Comune Pz: Indagine su salute cittadini Potenza, via seconda fase

punti apici 18/06/2019
ore 13:29
punti
BAS

BASSi è da poco conclusa la prima fase dell’indagine nazionale sullo stato di salute della popolazione italiana adulta intrapresa dall’Istituto Superiore di Sanità che sta esaminando gratuitamente, in rappresentanza della Regione Basilicata, un campione della popolazione residente del Comune di Potenza. Nella settimana di screening di giugno hanno partecipato 111 cittadini di Potenza di età compresa tra i 35 e i 74 anni. La seconda settimana di luglio prenderà il via l’ultima fase per la quale le persone selezionate riceveranno nei prossimi giorni la lettera di invito con la proposta di un appuntamento per la visita. E’ possibile contattare l’Istituto Superiore di Sanità per confermare o modificare l’appuntamento come indicato sulle lettere di invito. Le visite si terranno presso l’Istituto Busciolano – via Sicilia, 2.“Siamo onorati di essere stati selezionati dall’Istituto Superiore della Sanità per l’indagine” ha commentato il Sindaco di Potenza Dario De Luca. Coloro che prenderanno parte al progetto, dovranno attenenrsi alle indicazioni ricevute e poi sottoporsi alla visita medica gratuita: tutte le istruzioni sono contenute nella comunicazione che viene recapitata a domicilio. “Meglio prevenire che curare – ha sottolineato il dirigente dell’Unità di Direzione ‘Servizi alla persona’ Giancarlo Grano che ha coordinato le attività necessarie – se si fa prevenzione diminuiscono le probabilità di incorrere in patologie, e diminuiscono anche le spese legate alla sanità, dunque tutti guadagniamo dal punto di vista della sanità ed economico. Un grazie alla dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo ‘Busciolano’ Lucia Girolamo per aver offerto il supporto logistico e il dottor Giordano della Regione per la collaborazione”. “L’iniziativa – ha concluso il Sindaco - riveste una grande importanza ai fini della prevenzione e della ricerca in ambiti, quali quelli delle malattie cronico degenerative, che presentano un’importante incidenza sul sistema sanitario nazionale e in termini di salute pubblica. Ringrazio, pertanto, l’Istituto Superiore di Sanità, che ha voluto inserire il Comune di Potenza tra quelli interessati dall’indagine e invito i cittadini selezionati ad aderire, onde contribuire a sconfiggere patologie incisive e rischiose, con positive ricadute sulla salute pubblica e sulla qualità della vita”.