Prinzi (Idv) su ritardi impianti sciistici di Marsicovetere

punti apici 09/12/2012
ore 12:42
punti
BAS

BAS“L'assessore al Turismo del Comune di Marsicovetere Giovanni Vita fa voti ad un miracolo per la riapertura degli impianti sciistici sul Volturino entro il mese di gennaio del nuovo anno. Noi eravamo convinti che fosse sufficiente la neve e quindi un buon innevamento delle piste”. A sostenerlo è il consigliere provinciale e dirigente regionale di IdV Vittorio Prinzi per il quale “adesso che la neve finalmente c'è scopriamo che ci sono intoppi burocratici e che dopo l’atto vandalico della scorsa estate ai danni dell’impianto sciistico del monte Volturino a Marsicovetere, la fune della seggiovia sarà cambiata solo per la stagione del turismo bianco 2013-2014 e quest'anno gli sciatori, se avverrà i miracolo, dovranno accontentarsi di quello che troveranno aperto e funzionante. L'auspicio è che la fortuna ci assista almeno per la stazione sciistica sulla Montagna di Viggiano. Anche la scelta di far ricorso ad una pista di sci da fondo sul Volturino, in attesa del miracolo, ci sembra frutto di approssimazione e di assoluta difficoltà di programmazione.
La situazione con ritardi incomprensibili si ripercuoterà sui flussi di turismo invernale nell'intero comprensorio del Parco Val d'agri dove l'offerta molto varia, grazie ad un ricco cartellone di eventi di Comuni, Pro-Loco, associazioni culturali, coordinato dall’Ente Parco – aggiunge – sta finalmente diventando quello che gli operatori turistici definiscono un “prodotto turistico maturo” in grado di richiamare flussi consistenti di visitatori, anche nella stagione invernale, proprio come accade in altri Parchi nazionali del Paese con più anni di storia".
Quanto agli innegabili problemi finanziari per la manutenzione e gestione delle stazioni sciistiche in Val d'Agri diventa sempre più urgente fare il punto della spesa del P.O. Val d'Agri che specie nel turismo – dice Prinzi – ha impegnato fondi consistenti, sino ai nuovi attrattori (“attrazioni fatate”) con iniziative di forte richiamo in questi giorni, dimenticando o sottovalutando le esigenze dei “vecchi” attrattori. Non è un caso che la Provincia di Potenza rivendica da tempo di far parte della Cabina di Regia del P.O. Val d'Agri per partecipare nelle scelte ed evitare il metodo del'elargizione a pioggia di contributi”.


Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio