Card carburanti: Dc, indirizzare soldi per progetti sociali

punti apici 23/11/2012
ore 12:48
punti
BAS

BAS“Sarà pure più “corposo”, di qualche decina di euro, il secondo ricarico della card carburanti, come qualcuno sostiene, in arrivo quale “strenna di Natale”, ma continua ad essere un provvedimento inadeguato rispetto, da una parte, al forte contributo che la Basilicata dà all’approvvigionamento energetico del Paese e, dall’altro, alle crescenti domande che provengono non solo dai territori interessati dall’attività estrattiva quanto dall’intera regione”. E’ quanto afferma il segretario regionale della DC-Libertas Giuseppe Potenza.
“Se si pensa che un’altra trentina di milioni di euro saranno distribuiti a pioggia con benefici limitatissimi per tutti e con il rinnovo della ingiusta penalizzazione per anziani (specie donne) senza patente, risulta evidente la necessità di rinnovare la sollecitazione alla Giunta e al Consiglio Regionali ad individuare uno strumento alternativo alla card carburanti. Tra l’altro, non vorremmo che il Ministero considerasse la “ricarica” uno stratagemma per addolcire i lucani mobilitati, anche in questi giorni, contro i continui permessi di ricerca”. “Per noi – dice Potenza – l’intero fondo che alimenta le 320mila card andrebbe indirizzato per progetti e programmi sociali, di assistenza agli anziani e ai disabili, specie delle nostre aree rurali”.
bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio