Provincia Matera, Stella scrive ai parlamentari

punti apici 22/11/2012
ore 16:08
punti
BAS

BASIl decreto legge in materia di Province e Città metropolitane, in discussione al Senato il 28 novembre, è “un provvedimento superficiale che in Basilicata ha portato a realizzare la provincia unica più grande d’Italia, circa diecimila metri quadrati, che oltre a non consentire quella razionalizzazione della spesa pubblica auspicata dal Governo con tale decreto, vede coincidere i confini provinciali con quelli regionali”.
Lo afferma il presidente della Provincia di Matera, Franco Stella, che in una nota inviata ai parlamentari e per conoscenza ai presidenti della giunta e del consiglio regionale, De Filippo e Folino, ricorda di essere “vigile” e “segue con attenzione la questione”.
Stella “sollecita i parlamentari”, ricordando che si tratta di “una situazione alquanto confusa che comprometterà l’equilibrio istituzionale della geografia locale, senza considerare come il Materano, un territorio dalla orografia complessa e dalle condizioni economiche già pesantemente compromesse, sarà condannato alla definitiva involuzione.”
“Non è certamente il destino di un Palazzo a preoccupare – afferma Stella - ma lo smantellamento del territorio che si vedrà, tra gli altri, privato di presidi e uffici che garantiscono la vivibilità economica e istituzionale di tutte le trentuno comunità della provincia.
Guardando a quanto è stato fatto finora e all’iter che vede, di fatto, il decreto ormai approvato dal Consiglio dei Ministri, questo scenario inquietante – prosegue il presidente - è talmente prossimo da avere suscitato grave allarme e preoccupazione in tutta la popolazione provinciale con conseguenti iniziative anche di respiro secessionista. Pertanto, è auspicio di questa Provincia che il nostro impegno, insieme a quello dei nostri rappresentanti nazionali, possa tradursi in fatti concreti. La determinazione con la quale saprete tutelare nelle aule parlamentari il destino di questa provincia, così come non avete mancato di ribadire nelle numerose dichiarazioni rilasciate alla stampa, a confortare una opinione pubblica spaesata e angosciata, darà prova della coerenza politica e dell’attaccamento a un territorio che vi considera i suoi più autorevoli interlocutori.
Tutta la Basilicata, dai sindaci del Materano, ai vertici della Regione fino alla Conferenza Episcopale regionale, ha espresso netta contrarietà a subire un provvedimento ingiusto e iniquo. Il vostro sostegno – conclude Stella - potrà restituire dignità a ogni singolo cittadino.”

bas 07

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio