Comune Castelluccio Inferiore su centrale Mercure

punti apici 09/11/2012
ore 12:13
punti
BAS

BAS“Il Consiglio Regionale della Calabria, ha dato il via alla Centrale del Mercure, secondo tempi celerissimi, dando un ottimo esempio di buona amministrazione ed efficiente burocrazia, un atto che non scoraggia gli imprenditori che devono investire in un sud drammaticamente stretto nella morsa della disoccupazione. Dobbiamo ricordare che l’Enel stava andando via da questo territorio, tutto il popolo, tutti i sindaci, abbiamo chiesto di rimanere, perché c’era un problema occupazionale”. Lo si apprende in una nota del sindaco di Castelluccio Inferiore, Roberto Giordano, e della sua Amministrazione comunale”
“La comunità del Parco – prosegue il comunicato - avrebbe dovuto serenamente discutere su diversi argomenti, serenità interrotta da manifestazioni incivili e antidemocratiche, impedendo alla politica di affrontare la questione. Il Presidente Berardone insieme agli altri sindaci avevano preso l’impegno di riprendere la discussione il giorno dopo, non solo si sono sottratti all’impegno ma lo stesso Ente ha canzonato tutti, perchè già lunedì aveva preso la decisione con il provvedimento datato appunto 6 novembre a firma del Direttore Formica. Ci è stato impedito di dialogare e discutere, irrispettosi della comunità, quale senso ha quest’organo che doveva essere a supporto e non decide? Abbiamo perso, come territorio di mettere in campo un azione, che potesse calibrare una utile tutela ambientale, e garanzia di lavoro. Dovranno render conto ai cittadini di non aver accettato di stipulare un protocollo finalizzato alla verifica dello stato di qualità dell’aria e dei suoli; di impegnare la realizzazione di stazioni di biomonitoraggio; di impegnare le due regioni a pubblicizzare continuamente i dati ambientali; di istituire il Tavolo della Trasparenza, al fine di verificare lo stato degli impegni presi; di realizzare interventi di miglioramento della viabilità e paesaggistico nel territorio della valle, di aver rinunciato a misure compensative nell’ambito del 3% degli utili a tutti i comuni del Parco; a € 1.500.000,00 finalizzato al raggiungimento delle 151 giornate ai lavoratori forestali; di rientrare nelle misure compensative attraverso il conferimento di biomassa, così come già fatto dal consorzio di bonifica Settentrionale del Cosentino. I sindaci – conclude il primo cittadino di Castelluccio Inferiore - dovranno assumersi la responsabilità di aver perso l’occasione essere protagonisti del territorio”.

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio