Terremoti: Pollino; sindaci, dichiarare stato emergenza

punti apici 02/11/2012
ore 14:10
punti
BAS

BAS
Per affrontare le situazioni di difficolta' causate dal terremoto dello scorso 26 ottobre nella zona del Pollino ''e' necessario che il Governo dichiari lo stato di emergenza'''. E' questa la posizione dei sindaci del Pollino che stamani, a Rotonda (Potenza), nella sede dell'Ente Parco, hanno costituito il Coordinamento interregionale tra i Comuni lucani e calabresi. Lo guideranno i sindaci di Mormanno (Cosenza), Guglielmo Armentano, e di Rotonda (Potenza), Giovanni Pandolfi, i due Comuni maggiormente colpiti dal terremoto. Inoltre il presidente del Parco del Pollino, Domenico Pappaterra, ha gia' chiesto un incontro urgente al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricala', ''al quale faro' presente - ha sottolineato- che i danni riguardano sia il patrimonio privato sia quello pubblico''. ''Armentano e Pandolfi - ha spiegato Pappaterra - chiederanno invece un incontro urgente ai Presidenti delle Regioni Calabria e Basilicata, Giuseppe Scopelliti e Vito De Filippo, affinche' vengano uniformati gli interventi. E' appunto questo il senso del coordinamento interregionale dei sindaci - ha proseguito Pappaterra - questo deve essere considerato come il terremoto dell'area del Pollino, e non come quello calabrese o quello lucano''. Durante la riunione dei sindaci, e' stata posta particolare attenzione anche al grido d'allarme lanciato dagli operatori turistici, che in questi giorni hanno ricevuto numerose disdette, anche per i prossimi mesi. ''Con il Dipartimento Turismo della Calabria e con l'Apt di Basilicata - ha concluso Pappaterra - e' necessario mettere in campo un immediato Piano di comunicazione, per rendere noto che le strutture ricettive non hanno subito danni e che siamo pronti ad accogliere i turisti''. (ANSA).

bas 08

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio