Fondazione Città della pace, approvato nuovo piano strategico

punti apici 08/10/2012
ore 17:43

Il cda ha approvato il nuovo piano strategico. Tra gli obiettivi dare continuità alle attività di accoglienza, ampliare il numero dei rifugiati e rendere sostenibile la strategia finanziaria

punti
AGR

AGRConsolidare la struttura amministrativa, dare continuità alle attività di accoglienza, tutela ed integrazione, ampliare il numero di persone accolte e, contemporaneamente, rendere sostenibile nel medio periodo la strategia finanziaria anche in vista dell’attivazione del polo di Scanzano Jonico in via di completamento. Sono questi gli obiettivi contenuti nel piano strategico della Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata approvati dal Consiglio di amministrazione della Fondazione riunitasi oggi in Regione. Alla riunione hanno partecipato il premio Nobel per la Pace Betty William, il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo, i sindaci di Sant’Arcangelo e  Scanzano Jonico, Domenico Esposito e Salvatore Jacobellis, l’amministratore delegato della Fondazione Vincenzo Cursio e Laura Kiss in rappresentanza del World Center of Compassion for Children Italia. “L’aggiornamento e la revisione del piano strategico – è stato spiegato nel corso dell’incontro – sono stati necessari perché negli ultimi due anni sono intervenuti notevoli cambiamenti nel contesto nel quale si inserisce l’attività della Fondazione”. A tal proposito sono state illustrate le attività realizzate dall’ideazione del progetto fino ad oggi. 
Da febbraio di quest’anno presso il polo di Sant’Arcangelo sono iniziate le attività di accoglienza, tutela ed integrazione che hanno coinvolto 14 rifugiati e titolari di protezione internazionale. Attualmente sono accolti dalla Fondazione, con programmi ad personam, 12 rifugiati e titolari di protezione internazionale, di cui 6 adulti e 6 minorenni.
Il Cda, dopo aver lavorato per realizzare una serie di azioni per ottenere gli asset finanziari, logistici ed infrastrutturali necessari alle attività di accoglienza, tutela e per sviluppare le attività di comunicazione, ha iniziato anche a consolidare la propria struttura amministrativa approvando il nuovo piano strategico e quello di Comunicazione ed ha definito le azioni da realizzare nell’immediato per ampliare il fund raising. “Un progetto ambizioso – ha spiegato De Filippo - che ha dimostrato quanto sia radicata in noi lucani la cultura della solidarietà. Nonostante i tempi difficili, bisogna accompagnare la crescita di questo sogno diventato realtà.  La strategia di fund raising messa in campo consentirà di ricercare capitale privato da affiancare agli investimenti pubblici”. 
Al termine del Cda Betty Williams ha sottolineato che “la vera sfida inizia adesso: dobbiamo ad ogni costo rendere stabile e far crescere la Città della Pace per i bambini che Sua Santità il Dalai Lama, nel corso della sua visita a giugno, ha molto apprezzato e lodato. Infatti, questa iniziativa di pace, accoglienza e solidarietà è una grande opportunità non solo per chi è accolto, ma anche per chi vive in questa terra generosa, poiché questo progetto è un’occasione di crescita per i giovani e di sviluppo per il territorio. Mi sento davvero di ringraziare tutta la Basilicata, che ha il merito di aver fatto diventare realtà un progetto davvero unico al mondo, a partire dal Presidente De Filippo fino ad arrivare quanti, singoli cittadini, associazioni e volontari che stanno collaborando a realizzare tutto questo.” 


idm


Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio