Ordine Geologi su contratto settore petrolio

punti apici 08/10/2012
ore 13:27
punti
BAS

BAS“Apprendo con grande soddisfazione la notizia della firma del contratto di settore del comparto petrolio: sicuramente si avvia un percorso virtuoso che dovrebbe portare indubbie ricadute positive sulla nostra Regione. Ancora una volta prendo atto, con rammarico, che la classe professionale era assente nella sede di Viggiano”. E’ il commento del presidente dell’Ordine dei Geologi di Basilicata Raffaele Nardone al recente accordo siglato da Regione, Eni, sindacati, associazioni imprenditoriali e associazioni datoriali che ha escluso i geologi e che quindi evidenzia come ci sia ancora bisogno di lavorare molto affinché si radichi nella mentalità di chi ha responsabilità di governo l’idea che non può esserci sviluppo senza il coinvolgimento dei professionisti. Sviluppo che ha come requisito imprescindibile la sostenibilità che richiede il coinvolgimento dei professionisti dell’area tecnica e, soprattutto, dei geologi che hanno il necessario background nel settore geominerario.
“Di fronte a questo scenario – prosegue - emerge la necessità di continuare sul percorso tracciato di divulgazione della cultura geologica nella nostra regione, cosa che l’Ordine dei Geologi di Basilicata sta facendo: il prossimo 30 novembre, 1 e 2 dicembre è in programma un importante evento di confronto e divulgazione sul ruolo che possono e devono avere i geologi nel settore specifico dell’oil & gas.
Tutto questo lavoro deve essere colto come un’opportunità, una risorsa e quindi mettere a sistema anche i geologi lucani nei percorsi virtuosi di sviluppo sostenibile e in sicurezza del nostro territorio”.

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio