Fino al 6 settembre la Borsa del turismo rurale

punti apici 04/09/2012
ore 13:51
punti
BAS

BAS“E’ iniziata oggi, con l’arrivo nella Città dei Sassi di 30 buyer, la seconda edizione della Borsa del Turismo Rurale di Basilicata organizzata e gestita in co – marketing dal Gal Bradanica, dal Piot 'Feudi Federiciani' e dall’Apt Basilicata”. E’ quanto si legge in un comunicato del Gal Bradanica.  “L’evento progettato in formula itinerante prevede educational tour di conoscenza dei territori coinvolti, due workshop tra la domanda e l’offerta turistica, oltre a momenti di riflessione e dibattiti sull’evoluzione della domanda turistica con particolare riferimento al turismo rurale e dell’esperienza e a degustazioni e percorsi enogastronomici in location d’eccezione.  Fino al 6 settembre Matera e la sua collina con gli antichi e suggestivi borghi dell’area del Gal Bradanica, insieme al Parco Murgia ed all’Oasi Naturalistica del Wwf di San Giuliano saranno visitati dai responsabili commerciali di  Cral  ed Agenzie di Viaggio di diverse regioni italiane, ma anche da Tour Operator danesi, francesi ed ungheresi particolarmente interessati al prodotto Basilicata legato alla ruralità e ad un turismo che si posiziona sui segmenti natura – cultura sempre più inteso e percepito come paesaggio culturale.
Dopo il workshop del 6 settembre che si terrà a Miglionico a partire dalle 9.30 dove più di 70 seller incontreranno con appuntamenti “one to one” i buyer selezionati, l’evento si sposterà nel potentino con la visita alle Dolomiti Lucane, al Parco della Grancia, al Castello di Lagopesole ed in altri centri dell’area Piot “Feudi Federiciani”.
“La Borsa – ha dichiarato – il Presidente del Gal Bradanica Leonardo Braico, rappresenta un interessante laboratorio di sinergia costruttiva tra pubblico e privato e tra le divere aree vocazioni che hanno individuato prodotti e servizi legati alla cultura rurale ma che necessitano, in un mercato turistico sempre più globale e competitivo, di essere veicolati e quindi promo – commercializzati in una logica unitaria come prodotto Basilicata. Grazie al costante lavoro dell’Apt - ha concluso Braico - la Basilicata è finalmente entrata nell’immaginario della domanda turistica, come nuova ed accattivante destinazione. Ora per essere credibili e competitivi bisogna predisporre proposte complete e differenziate in grado di unire le nostre eccellenze in base a segmenti e target specifici”.

bas 06

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio