Prov. Pz, Prinzi (Idv): iniziative su inquinamento ambientale

punti apici 24/08/2012
ore 17:04
punti
BAS

BAS“La denuncia del Wwf sulla situazione di inquinamento ambientale che si registra a Moliterno, confermata dai dati del monitoraggio dell’Arpab per la presenza di idrogeno solforato, ci sollecita ad assumere iniziative su due fronti: la tutela ambientale e della salute dei cittadini da estendere a tutti i centri della Val d’Agri e la revisione della normativa regionale che individua i Comuni del comprensorio petrolifero ammessi ai benefici diretti delle royalties”. E’ quanto sostiene il consigliere provinciale e dirigente regionale di IdV Vittorio Prinzi per il quale “siamo di fronte alla conferma che l’impatto dell’attività del Centro Oli di Viggiano come di quello dell’estrazione di greggio ha un’estensione territoriale molto più vasta del gruppo di comuni dove sono localizzati pozzi e trivelle. Del resto anche il Comune di Grumento Nova da tempo lamenta forme di inquinamento acustico e non solo. Non a caso le aspettative sul lavoro dell’Osservatorio Ambientale Val d’Agri sono diffuse in tutti i centri della Val d’Agri perché possa diventare insieme al rafforzamento del ruolo e dei compiti dell’Arpab uno strumento di monitoraggio quotidiano e costante e pertanto di difesa di attività produttive, specie agricole o alimentare di grande qualità, come nel caso del “canestrato di Moliterno”, oltre che della salute dei residenti. I gruppi consiliari di IdV alla Provincia e alla Regione – riferisce Prinzi che ha acquisito in proposito l’impegno del capogruppo IdV alla Regione Autilio – sono decisi a sviluppare un’iniziativa perché anche comuni oggi esclusi dal beneficio dell’erogazione diretta da parte dell’Eni di una quota percentuale di royalties siano ammessi allo stesso beneficio, sia pure in percentuale limitata, e perché il P.O. Val d’Agri alimentato dalle royalties finanzi nuovi progetti e programmi di prevenzione a quelli che sono considerati gli effetti collaterali del petrolio in un territorio molto più vasto, in quanto, sono d’accordo con la posizione del Wwf, gli effetti del petrolio non hanno confiniti geografici delimitati”.   

bas 06  

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio