Prov Pz: consiglio approva odg su viabilità Moliterno

punti apici 25/07/2012
ore 14:17
punti
BAS

BASE’ stato discusso e approvato all'unanimità nella seduta consiliare di questa mattina un ordine del giorno sulla viabilità provinciale nel territorio del comune di Moliterno, presentato dal consigliere del Pd Angela Latorraca.
In particolare l’odg riguarda l’intervento “miglioramento della fondovalle del Cogliandrino – SP 19 Moliternese”,  originariamente finanziato dal Piano della viabilità regionale, poi attestato al Fondo Fas (ex delibera CIPE 35/05) ed, in ultimo, definanziato per intervenuta perenzione al 30 giugno 2009. Successivamente  è stato inserito nel programma triennale dei lavori pubblici della Provincia di Potenza 2010-2012, per un importo di 8,5 Meuro, finanziati dal Po Val d'Agri per adeguare la viabilità esistente alle esigenze del territorio al fine di migliorare l’accessibilità di una delle aree più importanti della valle.
Con l’intervento denominato “Cogliandrino – Fondovalle Agri” sono state previste azioni di adeguamento per i seguenti tronchi stradali: miglioramento e messa in sicurezza del collegamento che unisce il centro abitato di Moliterno e l’area PIP tramite la ex SS 103 della Val d’Agri; la messa in sicurezza della SP 19 Moliternese che sbocca sulla Cogliandrino; la messa in sicurezza della SP 25 che collega  il centro abitato di Grumento Nova con la ex SS 103; il miglioramento della strada “Visciglieta” dallo svincolo della ex SS 103 (Variante di Moliterno) allo svincolo della SP 19 Moliternese. 
A partire da febbraio 2010 e senza soluzione di continuità la viabilità provinciale di Moliterno è stata oggetto di un diffuso e straordinario dissesto, determinato da ripetuti eventi franosi, crolli di opere d’arte e ammaloramenti del piano viabile, che hanno imposto la necessità di intervenire in maniera  urgente tanto sulla ex SS 103, quanto sulla SP 19 Moliternese, ancora chiusa al transito, per un tratto dal Km 6+800 al Km 6+900 per il cedimento di un muro.
Premesso ciò il consigliere ha chiesto alla Giunta: l’immediato reperimento delle risorse necessarie per il ripristino del muro ceduto al Km 6+800 e la conseguente riapertura al transito della SP 19 Moliternese nel tratto adiacente al cosiddetto Vecchio Ponte. I cittadini e le attività commerciali ubicate nei pressi del tratto stradale chiuso subiscono, infatti, da 4 mesi un danno ed un disagio incalcolabile; di programmare con altrettanta tempestività un intervento di generalizzata manutenzione straordinaria della SP 19 Moliternese, che ha già subito lo smacco della mancata realizzazione degli interventi di adeguamento funzionale previsti dal Piano della Viabilità Regionale, per il definanziamento, alla data del 30/06/2009, di circa 16 Meuro; di confermare e di provvedere alla rapida progettazione ed al successivo appalto degli interventi di miglioramento e messa in sicurezza del collegamento che unisce il centro abitato di Moliterno e l’area PIP,  nonché dell’adeguamento funzionale della strada “Visciglieta” dallo svincolo della ex SS 103 allo svincolo della SP 19 Moliternese.  
L'assessore alla Viabilità della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi si è impegnato: a mantenere fermi gli obiettivi e gli interventi programmati, con le risorse messe a disposizione dal Po Val d'Agri, nel programma triennale dei lavori pubblici della Provincia di Potenza 2010-2012; ad accelerare la progettazione degli interventi previsti (miglioramento e messa in sicurezza del collegamento che unisce il centro abitato di Moliterno e l’area Pip, nonché l’adeguamento della strada “Visciglieta”) ed a rivedere immediatamente le singole poste finanziarie, senza alterare  l'efficacia del risultato originariamente prefissato nel 2009. Nello specifico, verificata l’indisponibilità di risorse aggiuntive del Po Val d’Agri, occorre  - ha affermato - recuperare dal finanziamento già assegnato le risorse necessarie alla riapertura della Sp 19 Moliternese, in prossimità del cosiddetto “Vecchio Ponte”, e programmare un diffuso intervento di adeguamento  e messa in sicurezza sulla parte del percorso, non ancora interessata da interventi di manutenzione straordinaria. 
“Sarebbe stato utile - ha concluso il consigliere Latorraca –  che, in questa occasione, le risorse del Po Val D’Agri avessero potuto consentire un tempestivo intervento sulle emergenze viarie dell’area più vicina alle estrazione petrolifere, senza intaccare  i finanziamenti  già assegnati e programmati. Ma così non è stato e, quindi, responsabilmente dovremo agire secondo le indicazioni proposte dall’assessore senza ridimensionare gli obiettivi e gli interventi originariamente previsti”. (r.s.)

bas 07

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio