Prov Mt, Stella plaude a emendamento senatori lucani

punti apici 20/07/2012
ore 16:24
punti

ESRIl presidente della Provincia di Matera, Franco Stella plaude all’emendamento al testo di legge sulla spending review presentato dai senatori lucani del Partito democratico.
“Bene hanno fatto Antezza, Bubbico e Chiurazzi e i colleghi del Pd del Molise e dell’Umbria – ha evidenziato il presidente Stella – ad avere specificato come ‘nessuna Regione dovrà avere meno di due enti provinciali’. Da quando il disegno di abolizione delle Province ha cominciato a delinearsi nel decreto di Legge n. 95 ho ribadito come non fosse pensabile, per una regione piccola e dalla orografia particolare come la nostra, far coincidere l'amministrazione regionale e quella provinciale. Ragioni di natura giuridico-costituzionale e amministrativa, come ben evidenziato nell’emendamento dei senatori, che negherebbero quel principio di autonomia che è bene imprescindibile dei territori.”
Stella ha poi proseguito mettendo l’accento su tutte le richieste ricevute da diversi comuni di venire annessi al territorio provinciale di Matera: “nell’ottobre del 2010 avevamo ricevuto la delegazione di 16 comuni dell’Alto cosentino che ci avevano espresso la volontà di diventare parte integrante di una provincia con la quale sentivano di condividere un percorso storico e verso la quale nutrivano sinceri apprezzamenti per la qualità dell’amministrazione espressa dall’ente intermedio. Nei giorni scorsi numerose le note di cittadini dell’Alta Murgia, Altamura, Gravina e Laterza, che chiedevano medesimo riconoscimento per le stesse ragioni. Tutti elementi che dicono di un ente che oltre a essere virtuoso e con i conti in regola, ancora una volta siamo riusciti a non sforare il Patto di stabilità, dimostra di sapere amministrare, i nostri tagli dei costi della politica possono essere considerati una spending review ante litteram”.
“La Provincia di Matera trova il senso e le sue ragioni – ha concluso Stella – nella tutela di quelle 31 comunità che fanno parte di questa regione e chiedono, pertanto, di essere rappresentate secondo i criteri di democrazia sanciti dalla Costituzione”.

bas 08

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio