Com. PZ:Molinari (Opp)- audizione commissione su illuminazione

punti apici 06/04/2012
ore 18:13
punti
BAS

BAS“Aree periferiche come Isca del Pioppo, contrada Dragonara, Cortese, Giarrossa, Piancardillo, Cugno del Finocchio sono ancora al buio. L’attesa di residenti dura da anni e per capire come mai ancora l’amministrazione comunale non ha provveduto a rispettare gli impegni ho chiesto la convocazione nell’apposita commissione dei dirigenti che si sono interessati della questione”.
Comunicando l’iniziativa il consigliere Giuseppe Molinari ricorda come “già lo scorso anno mi interessai di chiedere conto del mancato collegamento di alcune zone periferiche alla pubblica illuminazione. La risposta fornita dagli uffici competenti spiegava come il ritardo fosse dovuto alle lungaggini burocratiche ed ai necessari contatti con l’Enel avvenuti con tempi lenti. A distanza di circa un anno sarebbe il caso di verificare se quanto promesso ai cittadini è stato realizzato o se ci sono ancora impedimenti e quali. La vicenda che riguarda i pali della luce mai montati nell’area rurale di Cortese, ma comparsi su una strada della frazione come se si fosse in procinto di installarli, evidenzia la ancora scarsa attenzione che questa amministrazione comunale ha nei riguardi di chi risiede nelle zone rurali della città”.
Secondo Molinari “oltre al tempo di attesa troppo lungo i residenti sono amareggiati anche perché in alcune zone l’illuminazione pubblica prevista e non ancora installata riguarda solo pezzi strada, di fatto lasciando al buio altre zone pur abitate e trafficate che hanno, però, la sfortuna semplicemente di trovarsi più distanti dalla città e comunque a pochi metri da dove si è deciso di installare la pubblica illuminazione. E’ il caso, ad esempio, di Cortese dove i pali della luce che l’amministrazione ha programmato da tempo di montare serviranno solo un tratto di strada tralasciando il resto della via che si congiunge, attraverso una nuova strada, a contrada Trinità Sicilia. In questa zona abitano numerose famiglie, giovani coppie con bambini, che negli ultimi anni hanno deciso di trasferirsi in campagna. Da ciò risulta che la programmazione della pubblica illuminazione, dunque, dovrebbe essere adeguata alle nuove esigenze dei residenti e rispetto allo sviluppo che ha avuto la città di Potenza in considerazione anche del fatto che vi sono aree del capoluogo di regione dove l’illuminazione pubblica non ha grande utilità ma è presente in maniera eccessiva. Anche questo aspetto è necessario approfondire con l’amministrazione comunale ed i suoi tecnici”.


bas 03

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio