Alsia, un "piano" per l'assistenza fitosanitaria

punti apici 14/03/2012
ore 09:12
punti
BAS

BASCon la ripresa vegetativa delle colture, riprende a pieno ritmo l’attività dell’Alsia per monitorare le avversità principali e fornire agli agricoltori lucani un valido supporto nelle strategie di difesa fitosanitaria.
In questi giorni si sta completando la rete di “campi spia”, localizzati in aree climaticamente omogenee, dove tecnici dell’Alsia controllano periodicamente lo stato fitosanitario delle colture,
anche con l’ausilio di strumenti come le trappole ad attrazione sessuale per seguire le popolazioni
di alcuni insetti.
In considerazione dell’evoluzione normativa europea, sempre più esigente in materia di uso dei prodotti fitosanitari, ai classici strumenti utilizzati negli scorsi anni (monitoraggio in campo, trappole spia e bollettino fitosanitario) l’Alsia ne sta aggiungendo di nuovi, resisi disponibili grazie al progresso scientifico ed all’integrazione di tecnologie informatiche e biologiche. Tra queste i “modelli previsionali” che, basandosi sul rilievo di dati climatici e fenologici, possono prevedere l’evoluzione del ciclo di alcune malattie o di vari insetti, permettendo più efficaci strategie di controllo e la riduzione dei trattamenti chimici. L’Alsia ha appena concluso un progetto triennale, in collaborazione con diverse istituzioni scientifiche nazionali, per la validazione in ambienti lucani di 10 modelli previsionali e per l’attivazione di un “sistema di previsione ed avvertimento fitosanitario” più preciso di quelli
attualmente disponibili, da poter fornire agli agricoltori anche in maniera “personalizzata”, attraverso messaggi sul cellulare.
Entro la fine di questo mese, riprenderà anche l’attività del Servizio di controllo delle macchine irroratrici, fornito gratuitamente alle aziende agricole della Basilicata che ne fanno richiesta. Si ricorda che il controllo dell’efficienza delle irroratrici di fitofarmaci è previsto dal Psr per le aziende che usufruiscono di misure agroambientali e che, comunque, tutte le aziende dovranno sottoporre a controllo le proprie attrezzature entro il 2016. Per informazioni sui Servizi di difesa integrata e sul Servizio di controllo e taratura delle irroratrici, è possibile rivolgersi all’Area Servizi Specialistici di Matera dell’Alsia, tel. 0835/244210 o via e-mail all’indirizzo arturo.caponero@alsia.it.
bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio