Provincia Pz, presentato il programma “Abitare il futuro”

punti apici 08/03/2012
ore 16:41
punti
BAS

BAS“Più Lea, più Concetta, più Giuseppina, più donne che si ribellino, come hanno fatto loro alla “ndrina” calabrese, per la conquista della libertà pagando un grande prezzo”.
Nel giorno dell’8 marzo, il Presidente della Provincia di Potenza, Piero Lacorazza, ha voluto aprire con un omaggio a queste tre donne, la presentazione del programma di interventi e investimenti per qualificare la didattica nelle scuole “Abitare il futuro” che, non  caso, contiene anche progetti di educazione alla legalità. 
A margine della presentazione il Presidente ha sottoscritto con i dirigenti scolastici del Liceo Classico “O. Flacco” di Venosa, del Liceo Scientifico “Galilei” di Potenza, del Liceo Scientifico Statale "Federico II Di Svevia" di Melfi, dell’ ISIS “G. Fortunato” di Rionero in Vulture e del Liceo Classico di Viggiano, un protocollo d’intesa per la costituzione dell’Albo delle Eccellenze, con cui la Provincia di Potenza intende, sempre nell’ambito del programma presentato, sostenere le competizioni nazionali e internazionali riconosciute dal Miur e consolidate sul territorio (Certamen Horatianum, Convivium Galileianum, Media Show Melfi, Certamen Fortunatianum, Certamen Platonicum).
“Più le scuole – ha continuato Lacorazza - si proiettano verso l’Europa e si aprono ai valori della sostenibilità, dell’inclusione e dell’accoglienza, più in pratica si riesce a far qualità, maggiori saranno le opportunità che la Basilicata e i giovani lucani potranno avere per abitare il futuro. A fare da cornice a tali azioni vi è dunque un approccio integrato ai temi dell’istruzione e della formazione che racchiude visione europea - assumendo come prioritari gli obiettivi della “crescita intelligente”, della “crescita inclusiva” e della crescita “sostenibile”, pilastri della strategia Europa 2020 - dinamiche di sviluppo regionale e vocazioni territoriali”.
“Questa iniziativa – ha messo in evidenza l’assessore alla Pubblica Istruzione Rosaria Vicino -  si aggiunge alle altre già messe in campo dall’amministrazione, che ha già investito preziose risorse per l’attuazione del programma “Scuole ecologiche in scuole sicure” e che ha assunto il tema del sapere e della conoscenza come una priorità del proprio agire, dal momento che la scuola è la leva da azionare per costruire il futuro. In quest’ottica la Provincia di Potenza ha messo in campo delle azioni concrete in grado di coniugare aspirazioni degli studenti e vocazioni territoriali”
“Presentiamo oggi – ha sottolineato l’assessore alla Formazione Vitantonio Rossi – un programma di investimenti da 3 Meuro, che si inserisce  nell’ambito dell’intesa inter-istituzionale 2011-2013 firmata con la Regione Basilicata per la promozione dell’orientamento, dell’istruzione, e che è coerente con la visione strategica dei Pfl (Patti formativi locali), uno strumento partneriale e concertativo, che ha l’obiettivo di coordinare il processo di programmazione delle politiche rivolte alla formazione e all’istruzione, per il cui avvio è già stato sottoscritto un protocollo”.
Gli strumenti formativi e le azioni del programma, da avviare quest’anno in via sperimentale e da migliorare e ulteriormente ridefinire nei prossimi mesi ed anni per l’Apofil, che darà attuazione ai progetti – ha commentato il Presidente Laguardia – assumono un valore strategico”.
Nel ringraziare la Provincia (che ha condiviso le iniziative previste dal programma con la consulta degli studenti e con i dirigenti scolastici e che discuterà il programma anche in Consiglio provinciale, dopo averlo illustrato ieri in commissione consiliare) per la disponibilità dimostrata e l’opportunità offerta alle scuole, i dirigenti scolastici hanno sottolineato l'esigenza di restituire centralità alla scuola lucana e di preservarne l’identità. Erano presenti alla conferenza stampa anche i dirigenti del settore Formazione e Cultura, Maria Rosaria Sabia e  Maria Cristina caricati e il direttore Apof-il Giuseppe Romaniello. (r.s.)

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio