Ospedale Venosa, Taddei (Pdl): solidarietà a sindaco Tamburriello

punti apici 12/01/2012
ore 18:19
punti
BAS

BASCome già ribadito domenica scorsa il deputato del Pdl Vincendo Taddei esprime piena solidarietà alla battaglia che il sindaco di Venosa Bruno Tamburriello e la sua amministrazione stanno conducendo per evitare il ridimensionamento dell’ospedale della città oraziana deciso in maniera unilaterale dalla Regione Basilicata. Da giorni a Venosa – si legge in un comunicato del Pdl - vi è un presidio permanente che mostra tutto il disappunto della popolazione venusina e che domani sfocerà in uno sciopero generale a cui lo stesso parlamentare lucano parteciperà. “Mi pare, purtroppo – ha dichiarato Taddei - che la Regione proceda a tentoni, con un nuovo piano sanitario che in realtà non ha una strategia di fondo o un qualsivoglia progetto che guardi da un lato alla razionalizzazione delle risorse ma che salvaguardi attentamente e contemporaneamente anche le necessità della popolazione e il diritto alla salute di ognuno. Il nosocomio di Venosa rappresenta infatti un riferimento importante per le esigenze sanitarie dell’area che è insorta alla decisione univoca della Regione Basilicata di ridimensionare il presidio ospedaliero. Una decisione che il Popolo della Libertà contesta nel metodo e nel contenuto. Prima di tutto – continua il parlamentare lucano del Pdl - perché si è giunti a tale provvedimento senza alcuna concertazione con le governance locali, in un settore tanto delicato quale la sanità pubblica. Inoltre nel merito, lo smembramento del presidio sanitario di Venosa, perchè di ciò si tratta, pur se Martorano parla di "rimodulazione", appare distante dalle esigenze attuali del territorio con un sistema regionale dell’emergenza e dell’urgenza non adeguato, ad oggi, a rispondere alle reali necessità di tutto il territorio regionale; ciò che avverrebbe soltanto nel momento in cui il sistema del 118 potrà funzionare a pieno regime garantendo stessi diritti per tutti i cittadini lucani. Siamo di fronte quindi ad un provvedimento che penalizza gravemente la popolazione di Venosa e dell’area. Agendo in questo modo – conclude Taddei – si creano soltanto malcontenti e gravi disagi alla popolazione frazionando inevitabilmente la Basilicata in territori maggiormente tutelati ed altri molto di meno”.

BAS 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio