Violenza contro i migranti, interviene Tolbà

punti apici 14/12/2011
ore 16:03
punti
BAS

BAS “Nessuno spazio alla violenza. E’ questo che bisogna ribadire con forza se, nell’arco di pochissimi giorni, avvengono episodi di cieca e immotivata violenza contro i migranti”. “Quando atti di violenza irrompono, ciechi e primordiali, nel fluire delle nostre esistenze, ci sentiamo improvvisamente catapultati indietro, all’età della pietra”. E’ quanto dichiara Graziella Cormio coordinatrice dei progetti Tolbà dell’associazione dei medici volontari per i lavoratori stranieri di Matera. “E’ assurda l’aggressione avvenuta a Firenze nei confronti di inermi ambulanti al mercato, sconosciuti al loro stesso aggressore e riconosciuti come bersaglio per via del colore della loro pelle, rei di essere arrivati fino a noi inseguendo la speranza di un futuro migliore. E’ un episodio – evidenzia Cormio - che deve molto fare riflettere quello dell’adolescente di Torino che, per mascherare una sua scelta affettiva, ha accusato di stupro i rom del quartiere, che ha dato origine ad una missione punitiva nei confronti di inermi famiglie rom che hanno visto distrutte in pochi minuti le loro poche cose. In questo momento sembra che la deriva xenofoba e razzista sia incombente ed è ancora più imperativo mantenere alto il livello di vigilanza. Ci occupiamo da venti anni di migranti e siamo seriamente preoccupati di quanto accade anche per tutti quei richiedenti asilo e rifugiati che frequentano la nostra città e i nostri paesi senza che sia loro assicurato altro che il vitto e l’alloggio, senza nessun programma di integrazione e di conoscenza. Vogliamo con ciò ribadire – conclude Cormio - la nostra convinzione che solo la vigilanza diffusa dei cittadini e la forza del dialogo può combattere la cecità della violenza e per questo siamo sempre impegnati in azioni concrete che offrono strumenti di conoscenza”. bas 03

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio