Gli obiettivi del gemellaggio Policoro-Banesti

punti apici 23/06/2011
ore 10:05
punti
BAS

BAS La delegazione composta da tre amministratori, guidata dal sindaco Nicola Lopatriello, che per tre giorni si è recata a Banesti, città romena con la quale Policoro è gemellata in ricordo di Dinu Adamesteanu, nel suo ritorno in città comunica: “Che nel mese di luglio partirà l’interscambio culturale giovanile nelle parrocchie e famiglie di Policoro, queste ultime candidandosi potranno ospitare bambini romeni; mentre nel mese di dicembre saranno i bambini policoresi ad andare a Banesti. Il secondo obiettivo è quello della fornitura di libri nella biblioteca comunale “Massimo Rinaldi” di piazza Eraclea che serviranno allo studio e all’approfondimento di tematiche locali e nazionali ai tanti romeni, giovani e meno giovani, residenti in Policoro. Inoltre durante l’estate un gruppo folkloristico romeno a titolo gratuito allieterà la serata nella “Festa della fratellanza tra i popoli”. Altro obiettivo che si sta concretizzando è quello di titolare la città di Policoro a Dinu Adamesteanu, la cui proposta è in itinere e sollecitata dal vescovo di Tulcea (Romania) nella cui circoscrizione ricade il villaggio di Toporu che ha dato i natali all’archeologo Adamesteanu. E in questo contesto ci siamo prefissati il compito di risanare la casa di Adamesteanu a Policoro, magari facendola rivivere con suoi testi e ricerche in una sorta di seconda biblioteca settoriale; infine continua l’iter di ricerca di finanziamenti europei per progetti comuni in entrambi i Municipi. Questi sono i programmi che ci siamo prefissati in questo gemellaggio”. (G.E.)

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio