Psr, Mazzocco: siamo pronti ad affrontare le sfide

punti apici 20/12/2010
ore 14:35

C’è qualità nell’accostamento delle azioni ai capitoli di spesa e ciò è il sintomo che abbiamo anche messo in campo qualità degli interventi.

punti
AGR

AGR“La nuova strategia del Dipartimento Agricoltura è improntata al rigore, alla sobrietà ed alla valutazione. Venendo dal settore privato ho potuto apprezzare, in questi primi mesi di assessorato, le capacità e la passione messe in campo dai funzionari regionali, direttore generale in testa”.
E’ quanto ha affermato questa mattina a Potenza l’assessore all’agricoltura della Regione Basilicata, Wilma Mazzocco, nel corso della riunione del Comitato di Sorveglianza del Psr Basilicata 2007-2013.
“Vogliamo valorizzare sempre più il rapporto con le organizzazioni professionali- ha aggiunto Mazzocco - rendendole protagoniste attive dei processi di pianificazione. Al Tavolo Verde le Organizzazioni agricole hanno dimostrato di saper ben rappresentare gli interessi del comparto agricolo. In sei mesi – ha detto ancora Mazzocco - abbiamo attivato le Reti di Sviluppo, garantendo al sistema agricolo interventi non più a pioggia, ma finalizzati al sostegno ed alla valorizzazione delle filiere produttive. Abbiamo messo in rete le eccellenze. Quasi mille soggetti imprenditoriali sono stati collocati in 16 Pif . Abbiamo avviato il consolidamento dei nodi della produzione e quelli degli snodi commerciali. Siamo pronti ad affrontare le sfide di un’agricoltura multidimensionale, non trascurando i temi dell’energia e delle strutture. Stiamo lavorando – ha aggiunto l’assessore Mazzocco - sul cambio generazionale con misure per i giovani. C’è qualità nell’accostamento delle azioni ai capitoli di spesa e ciò è il sintomo che non solo abbiamo evitato il disimpegno, ma abbiamo anche messo in campo qualità degli interventi. Ma tutto ciò non basta – ha detto in conclusione Mazzocco. Nei prossimi mesi dovremo mantenere questo ritmo per recuperare i ritardi e dare risposte concrete agli agricoltori che ancora attendono diverse provvidenze arretrate. Le politiche agricole devono essere in continuo movimento, e dovremo imparare sempre più a tener conto del feedback che ci giunge dagli imprenditori per il tramite delle Organizzazioni professionali”.

fio

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio