Fai-Cisl su fornitura energia elettrica a Consorzio Bonifica

punti apici 15/09/2010
ore 18:27
punti
BAS

BAS“La rappresentanza sindacale aziendale del Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto ed il segretario provinciale della Fai Cisl, Vincenzo Cavallo, sono fortemente preoccupati e sconcertati nell’apprendere che oggi 15 settembre 2010 vi è stata la sospensione della fornitura dell’energia elettrica presso la sede centrale di Matera. La decisione dell’Enel è maturata a seguito di un debito ammontante a circa tremilioni di euro dell’ente per fornite pregresse”.Lo si apprende in un comunicato diffuso dall’ufficio stampa della Cisl.
“Le preoccupazioni espresse nelle scorse settimane - spiega Cavallo - non erano mirate al mero pagamento degli stipendi maturati e non corrisposti, ma eravamo ansiosi per il futuro dell’ente. purtroppo devo dire che avevamo ragione, visto quello che sta succedendo. Ora il problema è serio e va risolto subito. La Regione Basilicata - conclude il leader provinciale di categoria - deve intervenire senza se e senza ma per mettere ordine a tale spiacevole situazione nell’interesse dei tanti lavoratori e degli utenti”
La Fai Cisl – prosegue la nota - ha più volte denunciato che “l’ente a causa di una gestione inefficace, dovuta anche al conflitto di interessi vive una situazione economico-finanziaria preoccupante e senza prospettive; che detto conflitto di interesse, si ripercuote sul buon funzionamento dell’ente sia sul mondo agricolo e sui dipendenti tutti; che per effetto della medesima situazione economica, vi è la minaccia concreta da parte dell’Ente Irrigazione della sospensione della fornitura di acqua ad uso irriguo, a fronte di circa tremilioni di euro, che per effetto della medesima situazione economica, vi è la minaccia concreta da parte delle imprese di manutenzione delle opere irrigue di sospendere le lavorazioni di manutenzione, necessarie ed indispensabili all’esercizio irriguo in corso. Ancora una volta la Fai Cisl ricorda che, l’amministrazione consortile, ha esaurito il suo mandato da circa tre anni e che attualmente tale amministrazione con un provvedimento di prorogatio anomalo parte della Regione Basilicata, continua a governare il Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto, i cui risultati negativi, sono sotto gli occhi di tutti, chiede e invoca la nomina di un commissario “ad acta” per l’immediata indizione delle nuove elezioni democratiche”.

Cs - bas

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio