Microcredito, tappa a Lavello del tour informativo

punti apici 16/12/2019
ore 18:49

All’iniziativa - promossa da Regione e Sviluppo Basilicata per illustrare in tutto il territorio lucano le opportunità offerte dalla Misura del Fondo sociale europeo (Fse) - è intervenuto l’assessore Donatella Merra. Gli incontri di presentazione riprenderanno a gennaio

punti
AGR
Un momento dell'incontro di presentazione del Microcredito a Lavello

Un momento dell'incontro di presentazione del Microcredito a Lavello

AGRContinuano gli appuntamenti del tour informativo promosso da Sviluppo Basilicata per illustrare ad aziende, aspiranti imprenditori e professionisti lucani le opportunità offerte dalla Misura Microcredito del Fondo sociale europeo (Fse). La nuova tappa dell’iniziativa itinerante si è tenuta a Lavello, nella sala convegni “Donatella Di Vittorio” del Moma Hotel, alla presenza dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra e dell’amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale. “Il nostro compito - ha detto Megale - è quello di implementare le strategie di sviluppo che la giunta regionale determina per l’erogazione piani di finanziamento. Stiamo presentando in tutta la Basilicata un’iniziativa importante: un finanziamento nella forma di mutuo chirografario, che va dai cinquemila a 25 mila euro restituibile in sei anni più uno di ammortamento e che ha la novità di essere a tasso zero e senza garanzie reali. Sviluppo Basilicata si occuperà dell’istruttoria delle pratiche, dopo una verifica formale, di merito ed un colloquio con gli interessati ed erogherà subito dopo il contributo ai fini dell’avvio delle attività di impresa. Gli incontri sul territorio si concludono in questa prima parte nella città di Lavello, fulcro di un importante fermento commerciale e turistico. Anche per questo voglio ringraziare l’assessore Merra che ha promosso l’iniziativa con lo spirito di far conoscere la misura ai giovani e meno giovani che vogliono intraprendere una nuova attività. Allo stesso tempo ringrazio il sindaco di Lavello, Sabino Altobello, per l’ospitalità nella sua città e per aver accolto con favore l’iniziativa. Lo stesso non potendoci raggiungere personalmente ha lasciato il suo messaggio che mi vede perfettamente concorde nella visione di un lavoro fatto da una pluralità di soggetti che insieme contribuiscono, con le proprie competenze, all’animazione e sviluppo del territorio, frutto quindi di una sana contaminazione”. “Il Microcredito - ha detto l’assessore Merra - è un apporto di novità per quanto riguarda gli strumenti che le piccole imprese del nostro territorio possono mettere in campo per intraprendere una nuova strategia di sviluppo. Abbiamo deciso di mettere insieme le realtà della pubblica amministrazione ed il mondo delle banche, per capire, insieme, la migliore strada per creare uno sviluppo sostenibile del territorio”. Per la fase di presentazione e di approfondimento sul Microcredito sono intervenuti il presidente della Banca di credito cooperativo di Gaudiano di Lavello, Michele Abbattista ed il responsabile del settore Ingegneria finanziaria di Sviluppo Basilicata, Vito Pinto. Dopo un excursus sulle attività svolte nel territorio dalla Bcc di Lavello e sulla particolare attenzione degli istituti di credito cooperativo nei confronti delle attività artigianali e di piccola impresa, Abbattista ha spiegato che “le banche hanno liquidità a disposizione ma ci sono due condizionamenti nell’erogazione dei crediti: l’applicazione dei nuovi principi contabili e la previsione di un Addendum, che ha delle implicazioni in termini di svalutazioni in caso di sofferenza delle imprese. Dobbiamo quindi cercare di trovare atteggiamenti e soluzioni che possano favorire l’accesso al credito. Come? Rivedendo ad esempio il sistema delle garanzie: e Sviluppo Basilicata è sicuramente di supporto in tal senso”. “La Misura è rivolta ai soggetti che hanno difficoltà di accesso ai tradizionali canali di credito e non è un finanziamento a fondo perduto”, ha sottolineato Pinto. “L’agevolazione - ha evidenziato - consiste nel fatto che non si pagheranno interessi e che il prestito è rimborsabile a rate costanti o crescenti”. Gli incontri informativi riprenderanno a gennaio. 

 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio