Filiano, la Pro Loco organizza la 16/a edizione de “Lu muzz’c”

punti apici 13/08/2019
ore 11:32
punti
BAS

BAS“Passano gli anni ma il piacere di tornare a “casa” per il periodo di Ferragosto resta una prerogativa degli emigranti. Di prima o seconda generazione poco importa, l’appuntamento con le proprie origini resta il più importante dell’anno”. È anche per questo motivo che la Pro Loco di Filiano - fa sapere in una nota la presidente, Maria Santarsiero - sedici anni fa diede vita al percorso enogastronomico “Lu Muzz’c-Giornata tipica del mietitore”, che fin dall’inizio è sempre accompagnato da un percorso fatto di musica e folklore. L’appuntamento è, come di consueto, per il 17 agosto, per una serata dedicata al buon cibo ed alla musica - a partire dalle ore 20 - in un borgo perfetto per passare in compagnia una serata estiva. Usanze, costumi, tradizioni e gastronomia della civiltà contadina: questi gli ingredienti principali. Nel corso della serata si potranno degustare presso i sette stand allestiti lungo il centro storico di Filiano ottimi piatti, gli stessi che si usavano preparare e mangiare durante la lunga giornata di lavoro dei mietitori, usando ingredienti locali che conferiscono alle vivande quel gusto unico e indimenticabile. “La diffusione di una cultura dell’alimentazione sana e di qualità - dichiara l’organizzatore della manifestazione, Vito Sabia - ha portato un netto recupero delle tradizioni, del gusto del convivio, della riscoperta del territorio: la gastronomia, i modi e i momenti di consumo degli alimenti hanno costantemente rappresentano un aspetto d’identità e identificazione, assumendo ruoli connessi alla socializzazione, all’espressione culturale e al piacere”. “Lu Muzz’c” è organizzato dalla Pro Loco di Filiano, con il patrocinio del Comune di Filiano e dell’Unpli Basilicata, e con il contributo della Regione Basilicata e dell’Apt. In occasione della sua sedicesima edizione, oltre agli stand gastronomici vi sarà l’allestimento di una mostra con esposizione di attrezzi e macchinari della civiltà contadina, a cura di Salvatore Mancini. Non mancherà l’intrattenimento musicale con l’esibizione folcloristica itinerante del gruppo Dragonfolk lungo il centro storico e gruppi di musica popolare e liscio nelle due piazze principali: il campione mondiale di organetto Salvatore Pace in piazza SS. Rosario e il gruppo “I Naima” in piazza Autonomia.
  

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio