A Lagopesole il 2 giugno iniziativa “Il Maggio dei libri 2019”

punti apici 31/05/2019
ore 13:16
punti
BAS

BASDieci associazioni unite per promuovere la lettura. L'Unla e l'Associazione Il Falco di Lagopesole, Il Gruppo Coordinamento Donne, La Società Operaia di Mutuo Soccorso, l'Associazione Lucanima e il Circolo Legambiente di Avigliano, l'Associazione Il Carpine di Possidente, il Circolo Sociale L'Idea di Sant'Angelo, , l’Associazione Gocce d’Autore e Save the Children di Potenza, con il patrocinio del Comune di Avigliano, tornano a lavorare insieme per realizzare quello che è diventato non solo un appuntamento; ma una rassegna di eventi che anima la primavera del Territorio. È quanto scritto in una nota dell’Unla. Quest'anno come sempre leggere è (e sarà) un modo per ritrovarsi insieme: "Se leggo mi ritrovo", ritrovo me stesso, ritrovo gli altri e riscopriamo tutti la voglia di partecipare. L’edizione 2019 de “Il Maggio dei libri” del Circolo Legambiente Avigliano è dedicata ai temi “Desiderio e genio. A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e “Guarda che luna! A cinquanta anni dall’allunaggio”. Il 2 giugno a Lagopesole l’evento “Da Leonardo alla Luna” letture, detti, canzoni e lezioni naturalistiche. Leonardo da Vinci è conosciuto soprattutto per i suoi dipinti, per i suoi studi sul volo, probabilmente molto meno per le numerose altre cose in cui è stato invece un vero precursore, come ad esempio nel campo della geologia: è stato tra i primi, infatti, a capire che cos'erano i fossili. In astronomia ebbe intuizioni fondamentali, come sul calore del Sole, sullo scintillio delle stelle, sulla Terra, sulla Luna, sulla centralità del Sole, che ancora per tanti anni avrebbe suscitato contrasti e opposizioni. Anche nella botanica Leonardo compì importanti osservazioni: per primo si accorse che le foglie sono disposte sui rami non casualmente ma secondo leggi matematiche (formulate solo tre secoli più tardi); osservò anche l'eccentricità nel diametro dei tronchi, dovuta al maggior accrescimento della parte in ombra. Si propone una passeggiata intorno al castello federiciano per riscoprire la Natura e i suoi segreti e l’influenza della Luna sul regno animale e vegetale. Una “lettura” della flora e della fauna, secondo il pensiero di Leonardo da Vinci che asseriva che una prima verità si trae dall'esperienza diretta della natura, dall'osservazione dei fenomeni. “….molto maggiore e più degna cosa a leggere non è allegare l'autorità di autori di libri ma allegare l'esperienza, che è la maestra di quegli autori…” Durante la passeggiata si parlerà anche delle credenze circa l’influenza della Luna sulle colture vegetali e sul mutamento del comportamento degli animali durante le varie fasi lunari. Si partirà alle 10:30 da Piazza Federico II e si raggiungerà il Castello attraversando il bosco che lo circonda, e durante il percorso si osserveranno le diverse forme arboree presenti, si ascolteranno le voci ed i suoni del bosco. La mattinata si concluderà con un aperitivo equo e solidale nello spazio esterno de “La Taverna” dove ci sarà anche la possibilità di costruire un prototipo di Leonardo (momento dedicato soprattutto ai bambini).

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio