Anche Filiano ha ospitato la Marcia d’Amore per la Cultura

punti apici 06/05/2019
ore 15:07
punti
BAS

BAS“La Marcia d’Amore per la Cultura iniziata a Potenza il 20 novembre scorso che sta attraversando come un fiume in piena i comuni lucani per farne conoscere la bellezza autentica e promuoverli tutti per creare nuove opportunità di crescita economica si è tenuta sabato scorso a Filiano grazie all’azione di forte sensibilizzazione promossa dall’Istituto Comprensivo ‘Federico II di Svevia’ Avigliano Frazioni - Filiano, dell’Amministrazione Comunale di Filiano e delle Associazioni del territorio”. È quanto riportato in una nota degli organizzatori - diffusa da Tomangelo Cappelli, della Direzione Generale del Dipartimento Presidenza della Regione Basilicata- in cui emerge “il forte entusiasmo suscitato dall’iniziativa che rientra nell’Accordo di Programma ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ sottoscritto da Regione Basilicata e Unicef ed altri 40 partners e che propone un Modello di Sviluppo Eticosostenibile, improntato sulla valorizzazione del Patrimonio Culturale e sulla diffusione di stili di vita più sani, corretti ed armoniosi, che permettano, attraverso l’Arte, di fare della Vita un’Opera d’Arte”. “La possibilità di dare alle scuole e ai giovani un’opportunità per far conoscere il proprio patrimonio culturale risveglia l’amore per la Basilicata e rinsalda i legami tra i Lucani creando le condizioni ideali per un rilancio economico puntando a intercettare i flussi turistici attesi per Matera 2019 accendendo l’interesse nel viaggiatore contemporaneo a visitare la Basilicata e creare, così, nuove opportunità occupazionali nei settori dell’arte, cultura, ospitalità e ricettività. Il valore della marcia per un mondo migliore che accomuna i lucani, giovani ed adulti, in nome della Cultura è stato sottolineato nei saluti di Amelia Maio, Dirigente Scolastica, Francesco Santoro, sindaco di Filiano, Vito Summa, sindaco di Avigliano, Angela Granata presidentessa UNICEF Basilicata, Vito Sabia, presidente Consorzio Pro Loco Marmo – Melandro – Basento – Camastra, Tomangelo Cappelli coordinatore regionale dell’Accordo ‘Basilicata in Marcia per la Cultura’ e Marco Ranaldi maestro di musica e figlio del leggendario Francesco Ranaldi, storico direttore del Museo archeologico provinciale di Potenza e scopritore delle Pitture Rupestri risalenti al periodo finale del Paleolitico, situate a Filiano in località Tuppo dei Sassi denominato "Ranaldi" in onore del suo scopritore. “È stato un vero spettacolo vedere i giovani indossare i bellissimi costumi della tradizione, interpretare i grandi personaggi storici che hanno segnato la storia e che qui erano di casa come Federico II lo Stupor del Mondo, ascoltare le armonie dell’orchestra dell’istituto, con sezioni di sax e tastiere, flauti dolci e di organetti, che hanno accompagnato i numerosi presenti, tra cui tante famiglie e cittadini, nel piazzale dell’antica Chiesa di San Giuseppe per l’ascolto emozionale delle campane, preludio a ‘VOX DEI il Concerto di Campanili più grande del mondo’, l’evento che si terrà il 22 maggio a Matera e vedrà suonare all'unisono i campanili dei131 comuni della Basilicata e delle Comunità dei Lucani all'Estero, ha già avuto l'adesione della Federazione Nazionale dei Campanari Italiani che coinvolgerà tutti i suoi iscritti e del Sacro Convento di San Francesco di Assisi che, riconoscendo all’iniziativa un grande valore simbolico ed educativo, ha inviato una Benedizione per partecipanti e organizzatori, annunciando che farà suonare anche le campane d’Assisi”.


Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio