Ha fatto tappa a Pisticci la Marcia della Cultura

punti apici 18/03/2019
ore 11:28
punti
BAS

BAS"Sabato scorso, in una delle prime giornate primaverili, in uno scenario naturale di rara bellezza, con panorami mozzafiato contornati dall’azzurro terso del cielo, tra le cime innevate del Sirino e del Pollino e le verdi vallate fino all’azzurro del mar Jonio, si è tenuta a Pisticci un’entusiasmante Marcia d’Amore per la Cultura.
L’evento organizzato dall’Istituto Comprensivo Padre Pio da Pietrelcina di Pisticci, con il coordinamento della Dirigente Scolastico Cristalla Mezzapesa e della prof.ssa Dolores Troiano, con la collaborazione con le altre scuole del territorio, la Pro Loco altre associazioni locali, ha visto la partecipazione calorosa della Comunità Pisticcese.
La Marcia - si legge in una nota dei promotori dell'iniziativa -  è iniziata in Piazza dei Caduti con la esecuzione dell'Inno Nazionale da parte degli alunni, per poi raggiungere Piazza Umberto dove, in una gremita sala consiliare, è stato eseguito l'Inno alla Gioia con la direzione di Susanna Simakpva accompagnata dai Giovani Fiati del maestro Mariano Pastore.
Sono seguiti i saluti della Dirigente Cristalla Mezzapesa, e del Dirigente Scolastico Francco Di Tursi del I.S. "G.Fortunato", del sindaco di Pisticci e del coordinatore regionale della Marcia per la Cultura, Tomangelo Cappelli che ha illustrato i motivi della nomina simbolica di Pisticci a Capitale ‘Fedele’ dell’Arte per fare della Vita un’Opera d’Arte, ricordando che “il toponimo Pisticci deriva dal greco Pistoikos, ‘luogo fedele’ (Pistis: fedele e Oikos: luogo), e che la scelta è stata dedicata al Pittore di Pisticci, primo maestro di ceramica a Figure Rosse in Italia e capostipite della la più antica di tutte le fabbriche italiote e ad Ernesto Bruno Lapadula, uno dei più grandi architetti , autore di importanti Opere di Architettura in Basilicata, in Italia e in Argentina e conosciuto nel mondo, soprattutto per l’essere l’autore del 'Colosseo Quadrato' a Roma, il Palazzo dedicato alla Civiltà Italiana ed icona mondiale della Modernità.”
Per onorare il grande Architetto Pisticcese è stato dato un riconoscimento simbolico ad Angel Rafael Lapadula nipote di Ernesto ed insigne musicista e direttore d’orchestra.
In piazza Umberto poi il folto pubblico ha assistito alla presentazione dell'abito tradizionale degli studenti dell'ITAA ed l’esibizione della Scuola di Ballo "L'Incanto con "pillole di Cultura’ a cura degli studenti del Liceo Classico " G.Fortunato e riprese con drone e gadget delle casette pisticcesi da parte degli studenti dell'ITT dell'ITAA.
La marcia festante che ha visto i fanciulli sfilare festosamente con cartelloni e pannelli riproducenti ‘le lamie’ le tipiche case locali, i Vasi del Pittore di Pisticci, con canti ed inni a dimostrazione dell’indissolubile legame tra la scuola e il territorio, è poi continuata per Corso Margherita con sosta in piazza S. Antonio Abate per la esibizione della Scuola di Ballo e proseguimento per via Risorgimento e Piazza Plebiscito, con performance artistica a cura di Pennello Matto (Laboratorio di Tecniche Pittoriche), fino a riempire la piazza della Chiesa Madre dove si è esibita la Fisiorchestra Lucana del Maestro Dino Jula, prima del Suono emozionale delle campane per ispirare a ‘VOX DEI; il concerto di campanili più grande del mondo’ che si terrà a Matera il 22 maggio 2019".

 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio