Fca al via domani negoziato per rinnovo Ccsl

punti apici 26/11/2018
ore 15:12
punti
BAS

BASInizia una settimana importante per il futuro dell’industria automobilistica italiana. Domani a Torino parte il negoziato con Fca, Cnh Industrial e Ferrari per il rinnovo del contratto collettivo specifico di lavoro (Ccsl), in scadenza a fine anno, mentre cresce l’attesa per il vertice del 29 sul piano industriale con l’ad Manley.
Lo rendono noto  Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcf.
Un doppio appuntamento che nasce all’insegna della massima sinergia tra le forze sindacali e di una leale collaborazione con la controparte. In tutta Italia sono circa 90 mila i lavoratori interessati al rinnovo del contratto, di cui 7.400 impegnati nello stabilimento di Melfi. Si tratta del terzo rinnovo dal 2010. Al tavolo dell’Unione industriali siederanno domani le delegazioni di Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcf di tutti gli stabilimenti italiani del gruppo. In concomitanza con l’avvio delle trattative, i sindacati metalmeccanici terranno un volantinaggio per illustrare ai lavoratori di Melfi le proposte contenute nella piattaforma e il documento finale approvato nell’ultima riunione della Rsa.
Il volantinaggio inizierà alle 13:15 per i lavoratori del primo e del secondo turno (squadre D e B) per continuare in serata alle 21:15 in concomitanza con l’inizio del terzo turno (squadra A). La distribuzione terminerà il 28 novembre con il secondo turno (squadra C) dalle 13:15 alle ore 14.
“In una fase complessa di profonde trasformazioni e anche di oggettive incertezze”, spiegano in una nota i sindacati, l’obiettivo è quello di “completare, rafforzare e migliorare il percorso avviato otto anni or sono con gli accordi sindacali su investimenti e occupazione per gli stabilimenti italiani e con la prima sottoscrizione del Ccsl e la conseguente distribuzione di aumenti salariali per i lavoratori”.
 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio