Vaccini a Genzano, Cgil: “La Regione faccia fronte a emergenza”

punti apici 21/11/2018
ore 17:03
punti
BAS

BAS“La Camera del Lavoro Cgil di Genzano di Lucania (Potenza) esprime grande preoccupazione per la dotazione dei vaccini disponibili nel comune così distribuiti tra i quattro medici presenti: 40 vaccini ciascuno a due medici, 50 e 20 agli altri due. Un totale di 150 vaccini che secondo la Camera del lavoro della Cgil non sono assolutamente sufficienti a soddisfare i bisogni dei circa 6.000 abitanti, molti dei quali ultra 65enni e non autosufficienti”. E’ quanto si legge nella nota diffusa dalla Cgil Basilicata. 
“In mancanza di un numero congruo di vaccini i medici stanno dando priorità a chi è affetto da patologie gravi con la conseguenza che – prosegue nella nota la Camera del Lavoro Cgil di Genzano di Lucania - molti cittadini si stanno rivolgendo alle farmacie le quali attualmente hanno già esaurito il farmaco necessario per il vaccino. 
A fronte di un accordo tra i medici di base e la Regione Basilicata sulla distribuzione dei vaccini nei singoli comuni, la Camera del Lavoro della Cgil di Genzano di Lucania congiuntamente alla Cgil Basilicata chiede alla Regione – conclude la nota - di rivedere tale accordo e di far fronte all’emergenza nel pieno rispetto del diritto alla salute di ogni singolo cittadino”.
  

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio