Pari opportunità Aziende Sanit. UIL FPL chiede incontro a Regione

punti apici 03/10/2018
ore 14:48
punti
BAS

BAS
“Le modifiche normative restrittive che si sono succedute in materia di lavoro part-time stanno causando una vera emergenza nel mondo del lavoro pubblico, un’emergenza ancora una volta pagata dalle donne. Dopo alcuni interventi che avevano indebolito l’esigibilità del part-time da parte delle lavoratrici, con la legge 183/2010 si è persino permesso alle amministrazioni di revocare i part-time già concessi. Ciò sta causando un grave arretramento della condizione di lavoro femminile, eliminando di fatto uno strumento importante di conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di vita”.
“Crediamo sia utile affrontare con il Dipartimento delle pari opportunità della Regione Basilicata  la questione partendo da una premessa. Nelle Amministrazioni pubbliche della sanità lucana   a fronte di tante  unità di personale in part-time, ben l’85% sono donne. È evidente, che se uno strumento principalmente destinato alle donne diventa così debole, e a testimoniarlo ci sono le tante revoche e i tanti diniego che registriamo quotidianamente dall’entrata in vigore della norma, si rompe un equilibrio già di per sé precario  e le donne continuano a subire un’insopportabile sperequazione. Si occupano del lavoro di cura familiare, prive di adeguati sostegni da parte del sistema di welfare e si vedono negare persino quel poco che ha permesso loro di conciliare vita e lavoro. Un costo troppo alto per scaricarlo interamente sulle spalle delle donne”.
Crediamo come UIL FPL  che, soprattutto nel lavoro pubblico, dopo l’innalzamento dell’età pensionabile alle donne sia stato chiesto già troppo. Ci appelliamo al Dipartimento delle pari opportunità Regionale nonché alla Consigliera delle pari opportunità Dottoressa Ivana Pipponzi, sperando di trovare in loro interlocutori attenti e  un terreno di confronto sul tema dei diritti delle donne. La scrivente chiede perciò un incontro a breve su questo tema al fine di emanare delle linee guida comuni alle Aziende Sanitarie a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori  bisognosi di tale istituto. Alla luce di sentenze diverse a favore dei lavoratori inoltre  mettiamo a disposizione i nostri uffici legali per risolvere queste situazioni che stanno diventando croniche a svantaggio delle donne.

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio