Matera, il 2 settembre all'alba "Suoni del futuro remoto"

punti apici 31/08/2018
ore 15:52
punti
BAS

BASDomenica prossima 2 settembre a partire dalle 5 del mattino, la magia del centro storico di Matera e della musica di Tino Tracanna si ritroveranno al Museo Ridola  per Gezziamoci 2018 e Suoni del Futuro Remoto. Insieme a lui ci saranno anche i ragazzi di UniBanda Sfr che proseguiranno i campionamenti sonori per la partitura musicale che verrà eseguita a settembre del 2019 dal Collettivo Onyx, da Rino Locantore e dal  trombettista Paolo Fresu.
La  disponibilità della direttrice del Polo Museale di Basilicata, Marta Ragozzino consentirà che - spiegano gli organizzatori - uno dei presidii culturali più prestigiosi della città apra le sue porte ad un progetto che lega il territorio alla musica, in un binomio di grande valore. Al termine del collaudo al pubblico saranno offerti gratuitamente latte e biscotti.
Il progetto Suoni del Futuro Remoto è coprodotto dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e dall’Onyx Jazz Club, e inserito fra i 27 Project Leader scelti per rappresentare la scena creativa nell’anno della capitale europea della cultura.





Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio