Segnala ad un amico stampa

Bolognetti (Radicali) su crollo ponte A10

14/08/2018 15:09

BASMaurizio Bolognetti, segretario dei Radicali Lucani, membro della Presidenza del Prntt e Consigliere dell’Associazione Coscioni, ha dichiarato, in un comunicato, quanto segue:
"Difficile provare a mettere assieme anche solo poche parole, avendo negli occhi le immagini di quanto è avvenuto a Genova e pensando alle vite spezzate e alla sorpresa e al terrore che avranno provato coloro che son precipitati dal maledetto ponte della A10 e a quelli a cui, probabilmente il ponte è crollato sulla testa.
Una cosa però voglio dirla: per favore, non raccontateci che è stato un “cedimento strutturale”. Fin qui ci arriva anche uno come me che non ha fatto studi ingegneristici. Dire che è successo perché c’è stato un cedimento strutturale è un po’ come affermare che si muore perché il cuore cessa di battere. Noi vogliamo conoscere le cause che hanno determinato questo cedimento.
Temo, ahimé, che questo crollo andrà ad aggiungersi alla lunga sfilza di tragedie annunciate, previste e prevedibili, che negli ultimi 70 anni della nostra storia repubblicana hanno provocato migliaia di morti.
Temo che il crollo del ponte sulla A10 vada rubricato alla voce dissesto ideologico. Sì, il dissesto ideologico, per dirla con Marco Pannella, che produce e aggrava il dissesto idrogeologico.
I morti di Genova come quelli di Sarno, di Senise, del Vajont, del fiume Oliva...e delle centinaia di tragedie annunciate dalle quali nulla abbiamo imparato.
La voce di coloro che sono morti a causa della cronica incapacità di prendersi cura del nostro territorio continua a riecheggiare. I morti ci parlano, ma noi continuiamo a non ascoltare.
LIBERA NOS DOMINE!!!"