Summa (Cgil): strage sulla Potenza-Melfi: indaghi la Procura

punti apici 25/05/2018
ore 13:53
punti
BAS

BAS"Di fronte all'ennesima morte sulla strada, all'ennesimo evitabile sacrifico di vite umane non si può rimanere ancora inerti. L'oggettiva pericolosità della Potenza-Melfi non è una circostanza ineluttabile, si tratta di un tratto stradale che va messo in sicurezza e ci sono gli strumenti per farlo". Lo dichiara Angelo Summa, segretario regionale della Cgil Basilicata.
"Occorre prima di tutto riclassificare la Potenza Candela trasformandola in raccordo autostradale così da poter garantire una viabilità degna e adeguata al traffico veicolare che interessa quel tratto di strada. In assenza di un intervento di questa portata continueremo ad assistere e a contare vittime, senza contare la viabilità della zona industriale di Melfi, quotidianamente percorsa da migliaia di lavoratori cui viene negato il diritto a recarsi in sicurezza sui propri luoghi di lavoro.
Una cosa è la fatalità, altra cosa è la totale assenza delle condizioni minime affinché determinati accadimenti non si verifichino. La realtà è che ai cittadini lucani viene negato un effettivo diritto alla mobilità e ad una mobilità in sicurezza.
Si proceda con immediatezza - conclude Summa -  ad interventi di adeguamento e messa in sicurezza, ma si individuino anche le responsabilità aprendo un'inchiesta presso la Procura verificando il rispetto dei livelli di sicurezza, la qualità del manto stradale, l'adeguatezza dei guardrail e tutto quanto sia utile a porre fine a questa strage umana sulle strade lucane".

Bas 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio