Confindustria, "La buona casa": la sperimentazione parte da Matera

punti apici 06/04/2018
ore 17:53
punti
BAS

BASParte da Matera, con l’aspirazione di “contagiare” anche altri territori, la collaborazione sperimentale tra Ance Matera, Centro di Fisica edile e Cassa Edile di Matera, sancita da un protocollo di intesa sottoscritto nella giornata di ieri, finalizzata a sensibilizzare e diffondere conoscenze sul salto qualitativo che il settore è chiamato a compiere verso quella che viene definita edilizia di nuova generazione. È quanto si legge in un comunicato stampa di Confindustria Basilicata.

“Da una parte è necessario adeguarsi alle normative in materia che dal 2020 imporranno criteri molto più stringenti – ha dichiarato il presidente di Ance Matera, Nunzio Olivieri,  aprendo i lavori del seminario tecnico svoltosi nel pomeriggio, presso l’hotel San Domenico “Future Now018. Building new generation” – dall’altra, diventa interessante esplorare tutte le soluzioni offerte dall’applicazione di nuovi materiali e tecnologie. L’obiettivo che ci proponiamo è quello di contribuire a diffondere conoscenze culturali, professionali e imprenditoriali affinché l’industria delle costruzioni sia sempre più orientata alla realizzazione di  abitazioni dalle elevate performance energetiche, ambientali, di benessere abitativo e di protezione antisismica”.

Per Antonio Stragapede, intervenuto in rappresentanza del Centro di fisica edile  “si prova a rispondere alle necessità delle imprese del settore che vogliono ampliare le proprie conoscenze rispetto a quelle che sono le nuove sfide del comparto edile, attraverso percorsi formativi, mirati anche a diffondere una maggiore consapevolezza sulle opportunità che interessano tutta la filiera produttiva”. Salvatore Paterno del Centro di Fisica ha relazionato, nello specifico, sul nuovo modello costruttivo definito Nzeb, cioè gli edifici a energia a costi zero, così come previsto dalla normativa europea che entrerà in vigore a partire dal 2020, finalizzata alla riduzione dei gas climalteranti. Paterno ha illustrato i modello e le metodologie degli edifici ad elevata qualità energetica.

“Benefici ambientali, ma anche di mercato”, come ha evidenziato la testimonianza diretta di Ivan Loliva, imprenditore,  la cui azienda - la IS costruzioni - ha abbracciato le innovazioni del settore già da una decina d’anni. “Abbiamo portato l’alta efficienza energetica nei nostri cantieri di edilizia privata. A distanza di qualche tempo, il mercato ha risposto molto bene. Gli immobili si vendono bene e ad oggi non abbiamo invenduto”.

Sono seguiti gli interventi degli sponsor: Piero Caprio (Termocasa); Vincenzo Bacco (Scianatico Laterizi); Claudio Allievi (VMC); Andrea Sandri (Magic Rofix).




Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio