Fials su stabilizzazione precari della sanità

punti apici 31/03/2018
ore 17:55
punti
BAS

BAS"Finalmente, dopo numerose sollecitazioni da parte della Fials, assemblee e diverse riunioni con i lavoratori precari, le aziende  del Servizio Sanitario Regionale della Basilicata hanno sottoscritto un accordo finalizzato alla definizione di linee di indirizzo sulle procedure operative ed applicative delle previsioni per il superamento del precariato. Tale accordo, posto in essere su impulso dell'ASP di Potenza e in particolare della struttura del Personale diretta dal Pedota, rappresenta un fondamentale passaggio previsto dalle circolari ministeriali relative al c.d. Decreto Madia". E' quanto si legge in una nota della Fials che sottolinea :"I segretari regionale Luciana Bellitti e provinciale Giuseppe Costanzo della Fials esprimono grande soddisfazione per l’avvio di procedure che, rifacendosi a norme nazionali, permetteranno la stabilizzazione dei tanti precari della sanità. La Fials, entrerà nel merito della proposta a garanzia dei lavoratori, sia sui criteri predisposti nella bozza che dei tempi di attuazione".
Si sta concretizzando – affermano gli esponenti della Fials - quanto auspicato in questi mesi dalla Fials di Basilicata, che aveva più volte chiesto alla Regione e alle Aziende Sanitarie, il superamento del precariato, valorizzando il personale che da tempo, presso le varie amministrazioni, presta la propria professionalità iniziando un percorso condiviso che miri finalmente alla loro stabilizzazione, rifacendosi alle norme del “decreto legislativo n. 75/2017 (c.d. Decreto Madia) di riforma del pubblico impiego, che prevedono all’art. 20 il superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni con la possibilità di assumere a tempo indeterminato nel triennio 2018-2020 personale dell’area del Comparto e della Dirigenza Medica e non, in armonia con quanto disposto dall’art. 1 comma 813 della Legge di bilancio 2018, che ha modificato il comma 11 dell’art. 20 del D.lgs n. 75/2017 ampliando il novero dei soggetti beneficiari delle procedure di cui agli artt. 1 e 2 del decreto Madia.”
 Bellitti e Costanzo - conclude la nota - vigileranno sulla piena attuazione di quanto previsto dalle norme affinché ci sia un alto senso di responsabilità da parte delle Direzioni Generali e Regione Basilicata. L'organizzazione sindacale  ritiene  che i bisogni dei cittadini e dei lavoratori debbano essere rimessi in capo alle priorità del governo regionale e, sicuramente questo è un ulteriore passo in avanti che aiuta il superamento del clima di sfiducia e offre speranza a chi merita risposte concrete e un futuro dignitoso come lavoratore".












Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio