D'Agostino (Pd): non anteporre dinamiche personali a comunità

punti apici 21/03/2018
ore 13:31
punti
BAS

BAS"Le parole che hanno dominato il dibattito interno del Pd dopo il 4 marzo, sono state: umiltà, responsabilità e unità. Esse hanno rappresentato un primo passo coraggioso per rigenerare e far ripartire il nostro partito dopo una sconfitta. Non possiamo permettere che questo nuovo percorso venga minato da chi decide di anteporre il proprio destino personale a quello collettivo, non solo del Partito, ma delle nostre comunità.
In questo momento, dopo il vuoto degli ultimi anni, abbiamo urgenza di ricostituire un senso di appartenenza al partito che significa condivisione di valori ma anche rispetto delle regole. Chi tutti i giorni vive la militanza sui territori, affrontando la quotidianità problematica di tanti cittadini, non può tollerare che si continui a discutere di postazioni e organigrammi. In questo momento storico non esiste destino personale dei dirigenti del Pd che non sia legato ad un destino collettivo, chi non vuole comprenderlo non fa altro che scavare ancora di più il solco che divide la politica dai cittadini.
Per questo, dalla base del Pd, deve partire un appello a seguire le utili posizioni assunte dalla direzione del Pd che ha approvato all’unanimità la relazione del Segretario Polese, con la quale il partito si è impegnato a ripartire, in maniera collegiale, dall’ascolto dei cittadini e concentrandosi su azioni concrete". Lo dichiara in una nota Adele D'Agostino, segretaria Pd di Policoro. 

Bas 05


 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio