San Mauro Forte, Santochirico su realizzazione discarica comunale

punti apici 10/03/2018
ore 10:29
punti
BAS

BASil presidente del gruppo consiliare "San Mauro Forte verso il futuro" Antonio Santochirico in una nota sottolinea che continua il percorso dell’amministrazione comunale Diluca per la realizzazione della nuova discarica comunale in località Priati, nonostante - spiega Santochirico - la nota inviata dalla Regione Basilicata a firma del dirigente Giuseppe Galante nella quale ribadisce che allo stato attuale non sussistono le condizioni per la realizzazione del più volte richiamato amplimanto di 4000 metri cubi.
"Nella seduta del consiglio comunale di ieri 9 marzo la maggioranza - continua Santochirico - ha approvato il progetto preliminare della discarica comunale e la variante al piano di fabbricazione per avviare le procedure di esproprio.
Dopo che la maggioranza ha rigettato la proposta della minoranza del ritiro del punto all’odg al fine di approfondire meglio la questione e chiedere un’audizione nella terza commissione consiliare regionale, vista la disponibilità del consigliere regionale Giannino Romaniello a richiederla, Il gruppo consiliare di minoranza nel confermare la netta contrarietà alla realizzazione della nuova discarica comunale in località Priati, ha votato contro al  punto all’ordine del giorno in quanto  la procedura adottata non rispecchia quanto disciplinato dalla Legge Regionale n. 23/1999  in materia di “Tutela, governo ed uso del territorio”,”i comuni dotati di piano regolatore generale o di programa di fabbricazione approvati possono formare, previa autorizzazione della Regione, un piano delle aree da destinare ad insediamenti produttivi”;
Inoltre nella proposta di delibera - prosegue Santochirico - vengono riportare varie inesattezze che non corrispondo al vero, si parla più volte di bonifica della vecchia discarica, ma ciò non vi è mai stato, in quanto interessata solamente per il momento da lavori di post- mortem e chiusura del sito e da un piano di caratterizzazione ambientale; il progetto preliminare e i relativi allegati (studio geologico in primis.) risalgono al 2012 non tenendo conto dell’attuale situazione dove Arpab e Comune hanno evidenziato un inquinamento della falda.
Nei prossimi giorni - conclude Santochirico - il gruppo di minoranza si farà promotore della costituzione di un comitato civico per avviare una raccolta firme di tutti i cittadini che vorranno manifestare la loro contrarietà alla realizzazione della nuova discarica comunale.



Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio