Scaglione: Resoconto incontro al CGIE e assemblea plenaria

BAS

BASNei giorni scorsi Luigi Scaglione, in qualità di Coordinatore delle Consulte regionali degli Italiani nel Mondo, unitamente al Funzionario del Dipartimento della Presidenza della Giunta Regionale, Rocco Romaniello, hanno partecipato al Ministero degli Affari Esteri (Mae), alla riunione della speciale Commissione CGIE-Regioni.

“Nel corso dell'incontro con la Commissione e successivamente in sede di assemblea plenaria – scrive Scaglione in una nota - è emersa in particolare la esigenza di lavorare all'analisi ed alla risoluzione delle questioni che riguardano il fenomeno della nuova emigrazione e contestualmente a ridefinire iniziative ed intese operative attraverso il Mae, per intensificare la campagna di iscrizione all'Aire dei nuovi emigranti, ed in particolar modo delle giovani generazioni, contestando ad esempio anche l'ipotesi di aumentare il costo, da 300 a 400 Euro, della richiesta di riconoscimento della cittadinanza italiana.

Sollecitata la ulteriore attuazione di linee di finanziamento per progetti comuni e il turismo di ritorno messo in atto solo da alcune regioni, ma che necessitano di uno sforzo comune anche del Parlamento e del Governo nazionale.

Ipotizzato l'ampliamento del sistema usato dal Mae con la rete "dove siete nel mondo" e non solo in caso di crisi ma per una reale censimento e quindi analisi dei bisogni anche per favorire e garantire quindi un rientro in Italia.
Sollecitata infine la più attiva collaborazione anche delle iniziative promosse a livello nazionale (ad esempio "La cucina italiana nel mondo") con un necessario raccordo a livello regionale evitando che si avviino iniziative isolate dal contesto regionale.

Il Ministro Alfano, intervenuto alla riunione del terzo giorno, in particolare ha evidenziato che:
- i dati dicono che lo scorso anno abbiamo registrato 7,2 Milioni di euro di rimesse
- Ogni anno espatriano 3000 dottori di ricerca all'estero pari al 16% di ricercatori attraendone appena il 3%. Capitale umano da agevolare per il rientro.
-34 milioni di italiani studiano o conoscono la lingua e generano 500 milioni di euro di introiti
- Iscrizione all'Aire on-line per arrivare a 3,68 milioni di italiani
- Oggi ci sono 5,4 milioni di italiani iscritti all'Aire
- Prioritarizzazione dei servizi assistenziali per gli iscritti all'Aire
- Obiettivo la Conferenza Stato-Regioni-CGIE entro la fine del 2018/inizio 2019
- Si lavora con le autorità inglesi alla risoluzione Brexit per agevolare anche con centri di assistenza, una riconversione automatica delle carte di soggiorno, la non ridefinizione di chi ha la carta definitiva mentre va ancora valutata la vicenda assistenziale e quella dei diritti familiari.
- Opportuno avere i numeri divisi per Regioni attraverso gli uffici consolari anche con uno nuovo forse a Manchester

Sul Venezuela pressioni per fornitura diretta di medicinali ai nostri connazionali. In questo caso va dato atto che abbiamo concordato, dopo notevoli pressioni nei mesi scorsi, la erogazione dei fondi messi a disposizione dalla Regione Basilicata e bloccati in Ambasciata a Caracas per evitare che il cambio ufficiale ne dimezzasse il valore, direttamente agli aventi diritto secondo l'elenco che verrà fornito alla Vice Console dai nostri rappresentanti.

L'Assemblea plenaria, dopo una'ampia discussione e non senza valutazioni da parte di chi aveva paura di perdere uno spazio di visibilità ma anche con il sostegno di taluni attenti componenti del CGIE (su tutti Ciofi, Stabile, Pinto, Costa) e delle componenti associative, su proposta del Segretario Generale Michele Schiavone e del gruppo di lavoro coordinato dalla Vice Presidente Silvana Mangione, ha poi varato all'unanimità, la proposta di riforma del CGIE in cui, per la prima volta e grazie al nostro impegno, si prevede tra l'altro la nomina di due rappresentanti delle regioni e dell'anci nel consiglio generale del cgie (inizialmente la proposta era di 4).
Crediamo sia doveroso riconoscere la opportuna sensibilità mostrata nel nuovo corso che, ovviamente, toccherà al Parlamento definire. Quello uscente appare improbabile, quello futuro più realistico.

In allegato alla presente – conclude Scaglione - le due relazioni centrali presentate nel corso dell'Assemblea Generale del CGIE (quella SG è del Segretario Generale Schiavone) tenutasi a Roma da mercoledi a venerdi scorso, preceduta dall'incontro con la Commissione CGIE-Regioni a cui hanno partecipato direttamente i rappresentanti di Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia, Sicilia, Abruzzo, Molise, Prov. di Trento, Liguria e Basilicata e con loro note e messaggi i rappresentanti del Friuli V.G., delle Marche e della Puglia”.
bas04 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio