A Potenza il 21 in anteprima il documentario "Queens of Syria"

punti apici 20/11/2017
ore 11:13
punti
BAS

BASIl 21 novembre si terrà l'incontro “Dalla Grecia di Euripide alla guerra civile siriana. La necessità di dare voce a chi è costretto a fuggire” presso l'Università degli Studi di Basilicata - Biblioteca Centrale di Ateneo Via Nazario Sauro, 85 a Potenza, alle ore 17,30.
Zoe Lafferty, regista londinese, interviene per presentare in anteprima nazionale il documentario “Queens of Syria”, realizzato nel 2017, che racconta un'originale esperienza teatrale messa in scena con rifugiate
siriane ospitate nei campi profughi in Giordania e che rappresenta l'adattamento contemporaneo delle “Troiane” di Euripide.
Le attrici di “Queens of Syria”, sono state scelte tra le donne in coda per ottenere i buoni alimentari delle
Nazioni Unite e nessuna di loro aveva mai recitato prima.
Il risultato è una toccante rappresentazione teatrale che dà voce alle donne che subiscono maggiormente
gli effetti della guerra civile siriana e costituisce uno straordinario momento di contatto tra le siriane del
Ventesimo Secolo private dei loro diritti umani e le donne preda di guerra dell'antica Troia.
Lo spettacolo teatrale “Queens of Syria”, raccontato nel documentario, è stato rappresentato in importanti
teatri del Regno Unito nel 2016 con la regia di Zoe Lafferty.
La Prof.ssa Aurelia Sole, Magnifica Rettrice dell'Unibas, introduce i lavori insieme al Direttore del
Dipartimento di Scienze Umane Prof. Paolo Masullo e al Prof. Domenico Pierangeli della Biblioteca
Centrale di Ateneo.
Dopo la proiezione del documentario segue una tavola rotonda alla quale partecipano il Prof. Gennaro
Curcio - Istituto Internazionale Jaques Maritain, il Prof. Maurizio Martirano - Unibas, Niccolò Caricati,
Unidea, Valerio Giambersio - Fondazione Città della Pace per i Bambini Basilicata e Ottorino Arbia - ARCI Basilicata. Introduce e modera l'incontro la Prof.ssa Raffaella Cantore – Unibas.
"E' stato un grande privilegio lavorare con questo gruppo di donne” ha dichiarato la regista Zoe Lafferty
“Quando sono arrivata in Giordania non sapevo cosa per aspettarmi. Le protagoniste sono così intelligenti e politicamente coinvolte ed hanno chiaro quello che vogliono comunicare al pubblico e le motivazioni che le hanno spinte a partecipare".
L’evento rappresenta anche l’occasione per lanciare una nuova iniziativa che prenderà forma nel 2018 e
che vedrà il coinvolgimento dei beneficiari dei progetti di accoglienza per i rifugiati gestiti da Fondazione
Città della Pace per i Bambini Basilicata e ARCI Basilicata.
L'incontro è organizzato nell'ambito dei progetti SPRAR della Provincia di Potenza e grazie alla Biblioteca
Centrale di Ateneo dell’Università di Basilicata, a Oliver King di Developing Artists e alla volontaria della
Fondazione Città della Pace Barbara Bianchi.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio