Comune di Potenza, Lovallo su progetto parco

punti apici 14/10/2017
ore 16:48
punti
BAS

BASIl consigliere comunale di Potenza, Nicola Lovallo ha promosso un incontro a San Nicola di Pietragalla per  discutere del parco per lo sviluppo sostenibile al quale hanno partecipato anche  il Sindaco e il vice sindaco  di Pietragalla e l’assessore ai lavori pubblici di Avigliano.
In una nota il consigliere precisa che "In discussione c'era la realizzazione del Parco per lo sviluppo sostenibile che doveva sorgere nell’area di San Nicola di Pietragalla, dopo la firma del protocollo, che risale al 2 aprile 2012, sottoscritto dai comuni di Potenza, Pietragalla ed Avigliano e la società Enel Green Power, finalizzato ad individuare le azioni di mitigazione e compensazione ambientale, necessarie a seguito della autorizzazione a realizzare impianti eolici nella zona a confine tra i comuni in questione.
I soggetti firmatari, spiega Lovallo che sull’argomento già a febbraio aveva presentato una interrogazione alla quale non è stata data risposta, si impegnavano a realizzare un intervento di compensazione ambientale che prevedeva la realizzazione di un parco tematico, che andava a completare il complesso didattico presente nella zona.
Conferenze di servizio realizzate, progetto preliminare approvato, fondi corrisposti dalla società Enel Green Power al Comune di Potenza, capofila dello stesso progetto, ma – ha detto Lovallo insieme al sindaco di Pietragalla e all’assessore di Avigliano - tutto è fermo e non si comprende il perché.
L’idea era quella di creare una struttura polivalente che, oltre alla scuola e alla palestra, mettesse a servizio dei tre comuni, ma guardando soprattutto all’area metropolitana, una zona in grado di svolgere diverse ‘mission’ (piazza, percorsi tematici, mini  impianti di produzione elettrica, sensibilizzazione alla raccolta differenziata e al riutilizzo dei materiali).
L’importo per la compensazione ambientale fu stabilito in 160 mila euro l’anno, con una anticipazione pari a tre annualità per consentire l’inizio delle opere, pari al 2 per cento della produzione annua dell’impianto.
Ho sollecitato tante volte l’amministrazione comunale di Potenza – ha spiegato Lovallo – evidenziando che i fondi sono a disposizione ma non ho avuto alcuna risposta.
Il Parco per lo sviluppo sostenibile –ha detto ancora – che i cittadini aspettano a ragione, non si distingue solo per il disegno del verde, per la presenza di spazi di sosta, la lettura, il gioco o spazi disposti ad ospitare funzioni ricreative, ma piuttosto per ospitare funzioni informative e culturali relative allo sviluppo sostenibile, spazi insomma che in qualche modo ci costringono a reinterpretare la nostra consapevolezza dello spazio pubblico e del tempo libero. Nove i percorsi didattici previsti: il risparmio energetico, il valore dell’acqua, l’energia pulita degli alberi, l’ecosistema del bosco grande di Pietragalla, l’energia fotovoltaica, l’energia eolica, l’energia idroelettrica, il coltiva l’orto ed i rifiuti. Previsti percorsi per la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado, per la scuola secondaria di secondo grado e adattabili con approfondimenti ad hoc per le facoltà universitarie.
Insomma –hanno ribadito gli intervenuti – un progetto valido che attende solo di essere posto in essere e in un momento in cui i fondi scarseggiano, pensare che restano fermi per inefficienza di una amministrazione che pure ha firmato il protocollo d’intesa, appare quanto meno incredibile.
Il consigliere Lovallo al termine dell’incontro ha detto che tornerà in settimana a sollecitare l’amministrazione comunale di Potenza affinchè ponga in essere ogni azione per avviare e realizzare il progetto.

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio