Lavello, premiata studentessa con diploma 100 e lode

punti apici 16/09/2017
ore 14:38
punti
BAS

BASIeri, alle 11,30, nell’istituto superiore “ G. Solimene “ di Lavello, il Centro Italiano Femminile, con la collaborazione del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, ha premiato con una borsa di studio la studentessa Shiam Michela Fuggetta che ha conseguito il diploma di licenza superiore con 100 e lode.
Per il quinto anno consecutivo la Borsa di studio “ Tina Chincoli Capozzi” del CIF di Lavello ha voluto affermare la necessità che il talento, l’impegno, lo studio, la determinazione devono essere premiati in una società che sempre più spesso crede che solo chi è raccomandato, solo chi è” figlio di….” può sperare di farcela.
"L’aula magna della scuola - riferiscono gli organizzatori - è stata il luogo ideale per una cerimonia di assegnazione, condotta  dalla presidente del CIF Anna Villonna.
Il sindaco Sabino Altobello, l’assessore alla cultura Giovanna De Luca,la dirigente scolastica Anna dell’Aquila hanno ringraziato i giovani premiati ed hanno consigliato alle giovani generazioni che sono il nostro futuro di essere decisi, determinati, impegnati e di coltivare i loro sogni.
Antonella Viceconti, presidente provinciale del CIF, ha ricordato la figura di Tina Chincoli Capozzi, maestra elementare. Tra le fondatrici del CIF di Lavello dal 1946 con abnegazione si è dedicata ad attività di assistenza ai bambini e alle famiglie in difficoltà con doposcuola, colonie marine e montane, corsi di taglio e cucito e ha operato nel CIF fino a un anno prima della sua scomparsa avvenuta nel 2009.
Quest’anno il CIF di Lavello ha voluto la collaborazione del Comitato provinciale Unicef di Potenza e il suo presidente Mario Coviello, con l’aiuto del filmato “ Una storia bellissima”, ha raccontato i 70 anni dell’Unicef che in queste settimane presenta in tutte le scuole la sua proposta educativa “ Scuola Amica Unicef 2017/18” che ha per tema l’equità.
Giulia Di Stasi, referente Unicef della zona e responsabile eventi del Comitato Provinciale, ha chiesto alla commissaria per le Pari opportunità Maria Albano di presentare il suo libro “ Desde el Alma”.
 Rosita Melo, figlia di genitori di Rionero emigrati in Argentina, ha composto a quattordici anni “ Desde alma”, un tango vals dal sapore malinconico, uno dei tanghi più eseguiti al mondo. Maria Albano per due anni ha fatto ricerche in Italia e Argentina su questa donna che è stata nominata tra le tredici argentine più influenti al mondo. La storia di Rosita, raccontata con passione dall’ Albano, ha catturato l’attenzione dei presenti, consapevoli che l’emigrazione ha segnato e continua a segnare il destino di molti lucani. La musica e la danza hanno avvolto la sala in una atmosfera indimenticabile.
La cerimonia si è conclusa con la premiazione da parte della professoressa Maria Grazia Vitale, presidente della commissione per l’assegnazione della borsa di studio, della vincitrice.
Il Centro Italiano Femminile di Lavello ha dato infine appuntamento al prossimo anno per la sesta edizione della borsa di studio “ Tina Chincoli Capozzi”.

 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio