Gesualdi (Artigiancassa) su nomina assessore Cifarelli

punti apici 02/08/2017
ore 09:50
punti
BAS

BAS“La nomina di Roberto Cifarelli ad assessore all’Attività Produttive e Formazione, persona giusta al posto giusto, avendo già da Capogruppo del PD, dimostrato capacità e disponibilità al dialogo, rappresenta un sicuro punto di riferimento per tutte le organizzazioni di categoria del settore Artigianato. Purtroppo  i numeri dell’artigianato, con il decremento di 300 unità e il rischio della scomparsa di alcuni mestieri, devono far riflettere e spingere la politica a puntare di più su questo settore, spesso trascurato ma che resta il settore trainante dell’economia regionale con circa 10.500 imprese, 17.000 persone impiegate e un fatturato anno di circa 1.500 milioni di euro per una incidenza sulla ricchezza complessiva prodotta pari al 14%”. Lo afferma Filippo Gesualdi, presidente regionale del Comitato Tecnico Artigiancassa e componente della Commissione Regionale per l’Artigianato.
“Auspico che Cifarelli si faccia promotore e porti avanti – aggiunge - le istanze del settore ed intervenga al fine di contenere la crisi che sta affossando il settore artigianato assicurando le risorse necessarie per dare piena attuazione alla Legge sull’Artigianato. La chiave di svolta è rappresentata dalla rapida, piena e competa attuazione della legge regionale sull’Artigianato, che al momento stenta a partire specie per mancanza di risorse in bilancio, necessarie affinché attraverso i vari regolamenti attuativi si possa dare corso al finanziamento delle varie misure in essa contenute”.
“Bisogna prendere coscienza che il settore dell’artigianato è un giacimento da trasformare in sviluppo e lavoro reale. Confido pertanto nell’impegno e nella passione del neo assessore Cifarelli  sicuro che  in tempi brevi convocherà un tavolo tecnico per discutere delle problematiche che investono il settore ad iniziare dalle difficoltà di accesso al credito che incontrano le imprese  che non hanno garanzie da offrire agli Istituti di credito per avere un finanziamento, al  rifinanziamento  dello strumento più usato dalle imprese artigiane ossia i contributi in conto interessi/canone gestiti da Artigiancassa.
E confido in un suo celere  intervento presso il Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) , per sbloccare le risorse  sull’’Istituzione di un fondo per la tutela, lo sviluppo e la valorizzazione della imprese artigiane lucane, per un importo di € 4.000.000 destinate al settore dell’artigianato, e la ricapitolarizzazione dei Consorzi Fidi, rinveniente dalla rimodulazione delle risorse ex card carburante”.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio