Pisticci, ieri sera "A cena con Agata"

punti apici 26/07/2017
ore 16:15
punti
BAS

BASOrganizzata dall'associazione Art Factory, si è svolta ieri, nella piazza di marconia, la serata "A cena con Agata". A renderlo noto  è la stessa associazione, la quale precisa che la serata è stata organizzata con lo scopo di acquistare un mezzo di trasporto per consentire alla stessa di accompagnare i pazienti oncologici ad effettuare le necessarie terapie presso le strutture mediche di riferimento.
L'iniziativa - evidenzia l'associazione - ha visto la partecipazione di 450 persone, che hanno condiviso le lunghe tavolate bianche allestite nel centro della frazione pisticcese.
Tra i commensali-benefattori, oltre a numerose associazioni del territorio e a semplici cittadini che non hanno voluto far mancare il loro sostegno, anche diversi rappresentanti delle istituzioni. Presente il Viceprefetto di Matera, Alberico Gentile, che ha portato anche i saluti e un contributo personale della Prefetto Antonia Bellomo. Il Sindaco di Pisticci Viviana Verri ha ringraziato le donne di Agata per essere riuscite ad abbattere, attraverso una vera e propria festa, il muro di indifferenza e paura verso il tumore, impegnandosi poi ad assegnare una sede alla loro associazione.
Parole lodevoli sono arrivate anche dall'assessore regionale Nicola Benedetto, che ha voluto donare un contributo personale al progetto. Hanno partecipato alla serata di beneficenza anche Francesco Mollica, presidente del Consiglio regionale, Rosa Gentile, componente dell'esecutivo nazionale Confartigianato con delega ai Movimenti Donne e Giovani, il consigliere regionale Mario Polese, il presidente e il vicepresidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo e Francesco Ramundo, il direttore sanitario dell'Irccs-Crob di Rionero in Vulture, Sergio M. Molinari, e i sindaci di Policoro e Oliveto Lucano, Enrico Mascia e Antonio Romano. Il centro radiologico “Madonna della Bruna” di Matera ha fatto pervenire il contributo di tutto lo staff con i ringraziamenti ad Agata per l'aiuto che fornisce ai malati di tumore, grazie al quale “le cure diventano più efficaci”.
“Siamo molto soddisfatte di come il territorio ha risposto al nostro invito alla solidarietà”, concludono le organizzatrici. “Ieri sera ci siamo sentite strette in un abbraccio da parte di tutta la comunità e, consapevoli che c'è ancora molto da fare, l'affetto dimostratoci ci ha dato nuova forza per andare avanti con orgoglio”.
bas04

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio