Comune Pz: PoFesr 2014-2020, 2,5 milioni di euro alle imprese

punti apici 26/05/2017
ore 17:49
punti
BAS

BASÈ stata varata oggi dalla Regione Basilicata la delibera di Giunta con la quale si approva la proposta del Comune di Potenza di destinare per la creazione e il sostegno delle imprese della città una quota di 2,5 milioni di euro del budget complessivo disponibile per l’Investimento Territoriale Integrato di Sviluppo Urbano della Città di Potenza, finanziato dal PO FESR Basilicata 2014-2020. L’accesso ai contributi avverrà attraverso il pacchetto regionale CreOpportunità, già attivo, che opera mediante tre avvisi pubblici: ‘Start And Go’, destinato alle micro e piccole imprese non ancora costituite o costituite da non più di 12 mesi, ‘Go And Grow’, rivolto alle micro, piccole e medie imprese costituite da più di 12 mesi e da non più di 60 mesi, e ‘Liberi Professionisti Start And Grow’ per il settore appunto dei liberi professionisti. Nel dettaglio, la quota destinata all’iniziativa dal Comune di Potenza è ripartita come segue: 1.630.000 euro per il bando ‘Start And Go’; 750.000 euro per il ‘Go And Grow’ e 120.000 euro per i liberi professionisti. “In considerazione delle notevoli candidature presentate alla prima scadenza e delle richieste pervenute dal mondo imprenditoriale di incrementare la dotazione finanziaria, l’Amministrazione comunale – riferisce l’assessore alla Programmazione del Comune di Potenza, Donatella Cutro - ha avviato la concreta attuazione dell’utilizzo dei fondi comunitari, anche prima della stipula dell’Accordo sul Programma complessivo ITI. Iniziativa riuscita grazie alla stretta collaborazione con l’Autorità di Gestione del FESR e il Dipartimento Politiche di Sviluppo e Lavoro della Regione Basilicata e, che permetterà – continua l’assessore Cutro - lo stanziamento di risorse aggiuntive della Città di Potenza rispetto alle opportunità offerte dal bando regionale. In questo modo si interviene concretamente per il rilancio del tessuto imprenditoriale cittadino, frustrato da un lungo periodo di crisi economica, valorizzando l’entusiasmante apporto innovativo di competenze acquisite e di creatività dei molti giovani lucani che hanno voglia di investire in questa città per il proprio futuro”. Nei prossimi giorni l’opportunità sarà presentata agli operatori economici della città, potenziali beneficiari dei contributi. “L’assessorato ha attualmente allo studio con gli uffici regionali ulteriori iniziative di sostegno alle imprese, che intervengano anche in altri settori imprenditoriali, da avviare nel prossimo futuro grazie al sostegno del fondo FESR” – conclude la Cutro.

Bas 05

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio