Avigliano, Confcommercio: quadri plastici a Londra

punti apici 27/10/2016
ore 08:46
punti
AGR

AGRIl Protocollo tra la National Gallery di Londra e il Comune di Avigliano, per far arrivare a Londra i Quadri Plastici di Avigliano, dopo il grande successo ottenuto con il programma tv “Italia’s Got Talent”, è una formidabile opportunità  per la promozione del territorio e di tutte le attività presenti nel territorio di cui cultura, enogastronomia, tradizione, artigianato, storia natura sono gli elementi essenziali. E’ il commento di Incoronata Lucia delegata Confcommercio Avigliano dicendosi convinta che gli operatori commerciali non si faranno sfuggire questa occasione sostenendo ed accompagnando l’impegno dell’Amministrazione Comunale e della Proloco di Avigliano, associazione che da 20 anni organizza l’evento in città. E’ inoltre un esempio fortemente positivo della promozione al difuori del territorio comunale che Confcommercio auspica e che ha avuto due esempi significativi su tutti: la mostra fotografica itinerante "retrospettiva dei quadri plastici" promossa dalla Pro Loco e l'iniziativa di Politea, che attraverso un costruttivo dialogo con l'associazione la Scaletta di Matera, ha saputo promuovere Avigliano nell'ambito della programmazione "Matera 2019", con la pubblicazione e presentazione del libro di Manfredi "Avigliano, storia urbana territorio architettura arte". Ovviamente – dice la delegata Confcommercio – il palcoscenico londinese è molto più prestigioso e inorgoglisce l’intera comunità aviglianese.
Si rafforza pertanto la nostra sollecitazione a compiere un salto di qualità nella programmazione degli eventi culturali, enogastronomici, storici, di spettacolo ed arte ad Avigliano basato su un maggiore e più efficace coinvolgimento delle categorie economiche e produttive con una partecipazione finanziaria più consistente specie da parte di Apt e Regione.
Nel sottolineare che il territorio aviglianese annovera tra i propri attrattori, eventi ormai consolidati, oltre ai Quadri Plastici, Incoronata cita quelle più significative: la sagra del Baccalà, già giornate del commercio dell'artigianato e dei prodotti tipici; il corteo storico dei Turchi; il mondo multimediale di Federico; il palio dei tre feudi; il festival del mandolino; "Dialoghi e tradizioni"; "la Passio Christi"; "I Tind'l". Altri di più recente sperimentazione, quali la ripresa tradizione dei Cinti della Madonna del Carmine, Cibas, le giornate dello sport, la notte rossa dell'Avis, il motoraduno, la stessa notte bianca di recente istituzione sono occasioni di forte richiamo e aggregazione per la comunità, che col tempo e la riproposizione cadenzata potranno anche giocare un ruolo positivo sulla ricaduta economica del territorio.
E’ decisamente da apprezzare – sottolinea la delegata di Confcommercio - l'impegno profuso dalle associazioni, effettivamente attive e operanti, e il contributo che danno in ambito comunale al mantenimento dell'interesse alla socializzazione, soprattutto dei giovani, e al perseguimento di obiettivi specifici quale quello di aggregazione cittadina.
Ovviamente ciò è imprescindibile da una mirata riprogrammazione socio-economica del territorio che tenga conto della vocazione dello stesso e del coinvolgimento degli operatori commerciali. Tra le proposte di Confcommercio: un’adeguata regolamentazione urbanistica che individui chiaramente e realizzi adeguate aree di insediamento commerciali per le tipologie di strutture del commercio di dimensione medio-grande, diverse da quelle di “rapporto di vicinato”; procedere oltre le già esistenti zone di insediamento artigianali che vanno comunque riattrezzate, sviluppate e riavviate; l’individuazione di aree attrezzate per l’accoglimento occasionale degli operatori d’impresa del tipo ludico e circense; il non sottovalutare, anche attraverso l’istituzione di nuovi mercati e fiere, privilegiandone i progetti innovativi, la possibilità di rivitalizzazione di zone considerate tradizionalmente punti di aggregazione cittadina e che negli ultimi anni hanno perso questa peculiarità con il conseguente spopolamento commerciale (come a Piazza Gianturco e nel Centro storico). Il Regolamento Comunale di Disciplina del Commercio su Aree Pubbliche – sottolinea - è un valido strumento di valorizzazione di manifestazioni e tradizioni specifiche locali, che accrescano e migliorino il comparto del TURISMO e dell’AGRO-ALIMENTARE del territorio. Dunque – aggiunge Lucia Incoronata - non deve essere sottovalutata, ma tutelata e sostenuta la vocazione artigianale e commerciale di questo territorio; bisogna salvaguardarne le produzioni autoctone, conciliando sistemi tradizionali e innovativi, preferendo, quale principio selettivo, le start-up innovative che favoriscano possibilità occupazionale ai giovani.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio