Avigliano, comitato genitori su situazione edilizia scolastica

punti apici 12/09/2016
ore 16:00
punti
AGR

AGRGiovedì 8 settembre scorso, si è tenuto presso il Comune di Avigliano una riunione del Consiglio di circolo dell’Istituto Comprensivo Silvio Spaventa Filippi, alla presenza del Sindaco Vito Summa, della Vice Sindaco Mariangela Romaniello, dell’Assessore comunale all’Edilizia Scolastica Angelo Summa e della Dirigente scolastica la dott. Formetta Adriana, per un confronto sul trasferimento delle attività didattiche a seguito dei lavori al plesso di Via Porta Potenza.
“Nel corso dell’incontro – si legge in un comunicato stampa firmato dal Comitato dei genitori iperprotettivi di Avigliano - oltre alla illustrazione dei lavori di miglioramento sismico previsti, sono emerse, a nostro parere, preoccupanti problematiche relative alla struttura di Viale XVIII Agosto, individuata quale nuovo plesso ospitante gli alunni fino al mese di dicembre del corrente anno.
Problematiche legate alla tipologia della struttura prefabbricata risalente al periodo post sisma del 1980, dove le tecniche costruttive in uso in quegli anni prevedevano l’utilizzo nei pannelli di cemento del tanto temuto amianto a scopo di isolamento termico; è il caso di ricordare che l’amianto è stato bandito con Legge 257 del Marzo 1992.
Non bastano rassicurazioni verbali della presenza o meno della fibra nella struttura, ma è necessario che il Sindaco e la Dirigente scolastica attivino immediatamente gli organi competenti predisposti al controllo per una verifica puntuale che accerti la presenza dell’amianto e la sua pericolosità.
La stessa dirigente scolastica ha la responsabilità ed il dovere di richiedere all’Ente “la verifica ed il monitoraggio del rischio amianto nonché l’eliminazione dello stesso tramite bonifica”.

Nel corso dell’incontro poi nulla è emerso di rassicurante sullo stato di conservazione delle strutture portanti ed in particolare sul grado di efficienza delle giunzioni meccaniche tra i vari elementi dell’edificio. Alcuna documentazione è stata mostrata sia in merito all’agibilità dell’immobile che alla certificazione statica dell’edificio.
Ulteriori problemi poi sono legati al trasporto degli alunni, organizzato in malo modo e a totale carico delle famiglie.
Con una petizione – conclude la nota - abbiamo chiesto all’Amministrazione comunale, alla Dirigente scolastica, alla Provincia, al Prefetto e agli organi preposti che vengano dissipati tutti i dubbi in merito alla presenza di amianto nella scuola e chiediamo che si accertino le reali condizioni statiche dell’immobile, poiché visto che il terremoto non avvisa, non possiamo accettare che i nostri figli svolgano le attività scolastiche in una scuola ancor più insicura".
bas04 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio