Avigliano, Progressisti democratici su strutture scolastiche

punti apici 12/09/2016
ore 12:25
punti
AGR

AGR"Comincia la scuola e nell’augurare a tutto il mondo scolastico un buon inizio, rileviamo che, anche quest’anno, tanti sono i problemi che vanno risolti  nei plessi scolastici del nostro territorio e che spesso  ostacolano il regolare svolgimento delle attività didattiche, consegnando agli alunni  strutture inadeguate e poco dignitose". Così, in un comunicato stampa, i consiglieri dei Progressisti Democratici per Avigliano Mimi Pace, Federica D’Andrea, Antonio Pace e D’Andrea Anna.
"Dopo l’ingiustificato ritardo per i lavori di adeguamento sismico al plesso Spaventa Filippi di Avigliano Centro, segnaliamo due grosse inadempienze - sottolineano - rispetto ad altri edifici scolastici: un muro di contenimento a ridosso del plesso di Lagopesole, crollato, più volte segnalato all’Amministrazione Comunale e la palestra pressostatica di Sant’Angelo che ancora giace a terra. Problematiche che richiedono urgente attenzione, sia per ridare dignità e decoro alla Scuola, sia per la pericolosità e la sicurezza degli alunni.
E poi c’è la questione della salvaguardia dei plessi scolastici che, con un numero di alunni costantemente in calo, richiede scelte coraggiose da parte dell’Amministrazione comunale che mirino a tutelare l’esistenza stessa dei plessi, evitando che ogni anno le Comunità si “accapiglino” per difenderli. Le Comunità non devono essere messe l’una contro l’altra! La Scuola è il più importante “luogo” di formazione delle nuove generazioni ed è compito degli Amministratori locali difenderne l’esistenza  con forza.
Una richiesta di  rivisitazione dei bacini di utenza  per il trasporto scolastico in vista del nuovo bando, all’epoca  non ancora scaduto,  giace da mesi in qualche cassetto del Comune; rivedere i bacini di utenza serve a  fare il  punto della situazione, ottimizzare e distribuire le corse in modo più equo, con notevole risparmio da parte dell’Ente. Un’interrogazione che attende ancora risposta come tutte le numerose altre interrogazioni che l’Amministrazione Comunale non prende puntualmente in considerazione.
La diminuzione del numero degli alunni non è l’unica ragione per cui certe realtà territoriali stanno scomparendo, favorendone altre   in situazioni di “ agonia” da diversi anni; i presidi scolastici sono, a nostro parere, importanti per la vivacità delle nostre comunità che, perdendo anche le scuole, sono destinate a “morire”.
Le Istituzioni dovrebbero riappropriarsi del ruolo  che è stato affidato loro ed essere garanzia per tutti senza alimentare, a convenienza, un campanilismo utile solo agli stessi  “addetti ai lavori”.
Dovremmo ri-andare a scuola tutti e  ri-imparare il ruolo fondamentale e nobile delle Istituzioni e della Politica".

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio