Domani a Montalbano Jonico “La Castellana si racconta”

punti apici 09/08/2016
ore 10:26
punti
AGR

AGRDomani sera con inizio alle ore 21.00, in piazza Cirillo nel Centro Storico di Montalbano J°, l’assessorato al turismo e allo spettacolo del comune di Montalbano, nell’ambito del progetto patrocinato dalla Regione Basilicata D’Appiett a u’ Casiddon memorie di vita contadina, organizza lo spettacolo: LA CASTELLANA SI RACCONTA. Testo di Vincenzo Maida, interpreti Emilio Andrisani e Emilia Fortunato dell’HermesTeatroLaboratorio di Matera.
L’autore montalbanese Vincenzo Maida, giornalista e drammaturgo ha sintetizzato l’intera vicenda dei delitti sanseverineschi del 1500, narrata nel suo STESSO romanzo storico pubblicato qualche anno addietro e che  Emilio Andrisani e Emilia Fortunato racconteranno nella cornice delle case diroccate del belvedere sui calanchi.
Storie di passioni e di delitti, di tradimenti e di avvelenamenti, di lotte di potere e di matrimoni imposti all’ombra di un castello, quello di Montalbano, in una cornice cinquecentesca e in una Lucania dominata dai Sanseverino.
Vincenzo Maida con uno stile asciutto e con una verve narrativa di indubbia efficacia ci trasporterà dal mondo attuale in un passato che, seppure lontano temporalmente, ancora oggi si respira nel centro storico montalbanese, nel vento che, come una nenia, racconta vicende lontane, amori impossibili come quello di Sancia per il giovane di Portici e amori tragici come quello di Clelia per Silvestro, che vittima inconsapevole è icona di un amore che non conosce il limite tra innocenza e colpevolezza miete, sempre e comunque, le sue vittime alimentando la forza del dramma.
Nel racconto di Vincenzo Maida c’è tutta la passione per il teatro, che trova linfa nella completezza di un percorso dove la prosa non è fredda ma anzi fa rivivere i personaggi, li rende vicini al lettore, ne fa comprendere le debolezze, fino  a dare il senso pieno della tragicità degli eventi. Il lavoro di Maida è ancora più apprezzabile perché riesce a contemperare la riproposizione della tradizione orale in chiave narrativa con un’indiscussa capacità di rispettare in pieno lo storyboard senza indulgere a stereotipi, ridondanze e luoghi comuni. La memoria storica, grazie anche alla professionalità dei due interpreti, Emilia Fortunato, di origine montalbanese, e Emilio Andrisani,  diventa fonte di una ricerca che, non vuole essere finalizzata a una mera dimensione saggistica, ma diventa chiave di lettura di una narrazione dove l’originalità è nella creatività e l’ispirazione affonda le sue radici in tempi remoti che magicamente rivivono nelle sere di pioggia, laddove ancora c’è un luogo… scrigno di misteri e dai quali promana una voce, quella de La Castellana, sospesa tra Delitti e Passioni.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio