Aor San Carlo, sindacati: rispettare gli accordi sottoscritti

punti apici 03/06/2016
ore 17:58
punti
AGR

AGRFpcgil, Cislfp,  Uilfpl,  Fials,  Fsi e Usb hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori dell’ospedale San Carlo di Potenza, chiedendo all’azienda “di essere immediatamente riconvocati per trovare uno sbocco alla vertenza e definire anche l’intesa relativa all’accordo integrativo 2016”. In attesa i sindacati annunciano “che impugneranno presso l’Autorità Giudiziaria competente l’accordo disatteso relativo all’anno 2015 e che, nell’ambito dello stato di agitazione, vi sarà il blocco del lavoro straordinario”.
E’ quanto si legge in una nota congiunta, nella quale le organizzazioni sindacali “ringraziano i numerosi lavoratori del S.Carlo che hanno partecipato oggi all’assemblea unitaria, indetta per discutere sul mancato rispetto dell’accordo integrativo, sottoscritto nel novembre scorso.
L’assemblea ha duramente contestato – fanno sapere Fpcgil, Cislfp,  Uilfpl,  Fials,  Fsi e Usb -  il voltafaccia dell’azienda in merito all’applicazione dell’accordo, soprattutto nella parte che riguarda l’attivazione delle progressioni economiche orizzontali, considerando pretestuose le motivazioni addotte per giustificare una decisione tanto grave. L’assemblea, in particolare, ha stigmatizzato l’uso patologico e strutturale del ricorso al lavoro straordinario che è frutto di una mancata riorganizzazione dell’ospedale e della carenza di alcune figure professionali che rendono impossibile gestire i servizi.
Il lavoro straordinario, così come prevede il contratto, deve servire – aggiungono - a gestire le varie emergenze, ma non può essere utilizzato come forma sostitutiva alle carenze di organico e alle diseconomie dovute ad un’organizzazione inadeguata e carente. Nel corso della discussione, inoltre, sono stati duramente contestati sia i ritardi nella erogazione della produttività, sia il mantenimento nella misura del 30% della quota relativa ai progetti obiettivo”.
“Qualora questo atteggiamento di chiusura dovesse continuare – concludono - le scriventi annunciano ulteriori iniziativa di lotta”.

bas 02

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio