Teatri Uniti, La storia di Cappuccetto Rosso sale sul palcoscenico

punti apici 20/01/2016
ore 12:35
punti
AGR

AGR‘Il teatro ricomincia dai bambini’ è il motto della stagione teatrale dedicata ai più piccoli “Di fiaba in fiaba”, organizzata dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata.
Venerdì 22 gennaio, ore 18.30, al Teatro Don Bosco di Potenza e sabato 23 gennaio, alle ore 18.30, presso il Teatro Duni di Matera, andrà in scena lo spettacolo “Cappuccetto Rosso”, della Compagnia delle Forche, con la regia di Carlo Formigoni.
La storia di Cappuccetto Rosso non ha certo bisogno di essere presentata, data l'enorme popolarità di cui gode. Essa mostra la difficile lotta tra il principio di piacere e il principio di realtà.
È notte fonda, il lupo si aggira guardingo nel bosco; dietro di lui il cacciatore, desideroso di catturare la belva tanto temuta. Ma il lupo riesce a cavarsela anche questa volta.
Il canto del gallo annuncia il nuovo giorno, il sole ormai è alto ed è ora di mettersi a lavoro a casa di Cappuccetto Rosso, perchè oggi è il giorno del bucato! La mamma di Cappuccetto, donna energica e lavoratrice, invoca l’aiuto di quella pigrona di sua figlia; Cappuccetto Rosso, imbranata e sognatrice, con la testa tra le nuvole, ne combina di tutti i colori durante le faccende domestiche … quando, in uno scatto di coraggio e buona volontà, “Ci posso andare io dalla nonna, mamma!”. Il resto è storia nota.
Tramite la storia di Cappuccetto Rosso il bambino comincia a capire, almeno a livello preconscio, che soltanto le esperienze che ci sopraffanno suscitano in noi corrispondenti sentimenti interiori che non possiamo dominare; una volta che abbiamo imparato a padroneggiare tali situazioni, non dobbiamo più temere l’incontro con il lupo. Recitato da sei attori che si avvicendano nei ruoli principali e servendosi di un allestimento sobrio ed essenziale, da album dei bambini, lo spettacolo si arricchisce della creatività dell'attore e della partecipazione dello spettatore.
La Compagnia “Teatro delle Forche” nasce a Massafra nel 1994 e prende il nome da un antico rione della città. Il gruppo diretto da Giancarlo Luce, è particolarmente attento alle problematiche sociali e produce spettacoli, in particolar modo di teatro ragazzi.
All’origine della costituzione, l’esigenza di rompere l’isolamento culturale e di ridare fiducia agli artisti locali e la necessità di offrire manifestazioni culturalmente valide, costruttive ed educative quali deterrenti del disagio, giovanile e non, la ferma convinzione dell’opportunità di un investimento culturale al Sud e, soprattutto, la volontà di offrire al territorio il proprio impegno artistico per la creazione di spettacoli e di interventi sociali e culturali capaci di incidere nel tessuto sociale della città con lo strumento dell’arte e del teatro.
bas04 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio