Convenzione Regione e Ministero Lavoro, i contenuti

punti apici 15/01/2016
ore 13:35
punti
AGR

AGRPer garantire i livelli essenziali di prestazioni sulle politiche attive per il Lavoro, il decreto legislativo n. 150 del 2015 prevede che tutte le Regioni stipulino con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali una convezione finalizzata a regolare i rapporti e i rispettivi obblighi in relazione alla gestione dei servizi. Nello schema di convenzione approvato dalla Giunta regionale della Regione Basilicata con DGR n. 1653 del 15 dicembre 2015 è previsto innanzitutto il mantenimento, in via transitoria e nelle more dell’effettivo avvio delle attività dell’istituenda Agenzia Lab, in capo agli Enti di area vasta, della gestione dei Centri per l’impiego e le relative modalità operative. Anche le funzioni delle agenzie provinciali, per effetto della legge regionale n. 55 del 30 dicembre 2015, sono state prorogate fino all’avvio dell’istituenda agenzia Lab.
L’obiettivo è quello di attuare il passaggio delle funzioni per la gestione dei servizi per l'impiego e delle politiche attive del lavoro e l'utilizzo del relativo personale provinciale, nell’ambito di una cornice di indirizzo unitario.
Si conviene che al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali spetti la verifica e il controllo dei livelli essenziali delle prestazioni, il monitoraggio delle politiche occupazioni e di lavoro , l’indirizzo e la vigilanza sulla istituenda Agenzia nazionale ANPAL.
Alla Regione Basilicata restano assegnate le competenze in materia di programmazione di politiche attive del lavoro quali le strategie per l’occupazione, l’accreditamento degli enti di formazione, gli interventi per favorire l’inserimento lavorativo di persone delle categorie protette oltre a realizzare attività e strumenti di sostegno al reddito e ammortizzatori sociali.
La delibera di Giunta che approva lo schema di convenzione mira a garantire congiuntamente con il Ministero la continuità di funzionamento, il rafforzamento e la qualificazione dei Centri per l'Impiego, considerandoli l'infrastruttura pubblica indispensabile per lo sviluppo delle politiche attive. Sono individuate, in questa fase transitoria, le modalità più opportune per assicurare che il personale che vi lavora continui ad operare senza interruzioni garantendo altresì il miglior rapporto funzionale con la Regione. Nello schema di convenzione, inoltre, è delineato un modello di collaborazione integrativo e non sostitutivo pubblico-privato per una più efficace gestione dei servizi per l’impiego e delle politiche attive del lavoro.
 bas04

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio