Gli impegni di Confimi Industria Basilicata per l’anno 2016

punti apici 31/12/2015
ore 12:16
punti
AGR

AGR
La presentazione ufficiale di Confimi Industria Basilicata a Matera è avvenuta in mattinata nella nuova sede in via La Martella 87/F nel corso di una conferenza stampa promossa per presentare le attività e i sette progetti previsti per 2016 dall’Associazione e, in particolare, Il Progetto Internazionalizzazione (Fiere e Missioni). Fanno parte della giunta regionale di Confimi Industria Basilicata il presidente Nicola Fontanarosa, il vice presidente vicario Carlo Montesano, il vice presidente Luca Montano, Rosalba Dragone, Vito Buono, Mauro Bitondo e Giovanni Bruno mentre Dania Tataranni è la responsabile della segreteria organizzativa.
“La missione di Confimi Industria Basilicata – ha precisato Fontanarosa – sarà quella di supportare lo sviluppo e la crescita delle imprese lucane e di stimolare l’avvio di nuove politiche industriali. I valori dell’associazione sono la centralità dell’impresa, l’importanza del ruolo dell’imprenditore e l’attenzione all’innovazione”.
Confimi Industria Basilicata si propone di ascoltare le esigenze, i bisogni e le aspettative delle imprese con l’obiettivo di dare risposte e soluzioni, di cogliere opportunità e bisogni emergenti, oltre a rispondere alle esigenze espresse delle imprese associate, in modo proattivo e, quando possibile, originale e personalizzato, di promuovere tutte le opportunità tra le imprese, con le imprese, con le istituzioni e con tutti i soggetti con cui si possa fare “sistema”.
Durante l’incontro con la stampa Nicola Fontanarosa ha illustrato i servizi offerti da Confimi Industria Basilicata: oltre ai classici servizi istituzionali, sindacali, di rappresentanza e di progettazione territoriale, l’associazione garantisce servizi specialistici a sportello front office e back office.
Nicola Fontanarosa ha inoltre illustrato il Progetto Internazionalizzazione di Confimi Industria, che attraverso gli accordi con Simest, Sace ed Ice organizza e promuove le missioni internazionali per favorire l’ingresso delle aziende associate in nuovi mercati. Per il 2016 l’ufficio internazionalizzazione di Confimi Industria ha già previsto la progettazione e l’organizzazione di fiere, missioni commerciali e istituzionali e progetti mirati.
Le fiere individuate sono quattro: ad aprile la Fiera di Hannover (Germania) dedicata alla meccanica, a maggio il Cibus di Parma dedicato all’agroindustria, a settembre la fiera tedesca InnoTrans dedicata al ferroviario e organizzata da Messe Berlin e ad ottobre il SIAL, fiera francese dedicata all’agroindustria.
Per le missioni, dopo aver attivato canali utili in ben 21 Paesi di tutto il mondo, Confimi Industria ha in programma la missione a Cuba tra il 20 e il 27 febbraio 2016. I settori interessati da incontri B2B sono meccanica agricola, logistica a temperatura controllata, energie alternative, infrastrutture, agroalimentare. Un'altra missione prevista nei prossimi mesi riguarda il Camerun, sia per le prospettive di sviluppo del suo mercato interno, sia per i progetti già individuati e pubblicati dall’Ambasciata. I settori in questo caso riguardano la filiera del legno, le energie alternative e le costruzioni. In proposito Fontanarosa ha evidenziato le opportunità del progetto di una città ecosostenibile ad economia completa in co-partecipazione tra governo camerunense, nunziatura apostolica e fondi di investimento statunitensi per il quale sono già disponibili 650 milioni di euro.
Per i progetti di internazionalizzazione Confimi Industria è in grado di fornire alle associate informazioni e documenti circa i finanziamenti che Simest e Sace mettono a disposizione delle aziende che programmano investimenti commerciali nei paesi esteri. L’ufficio inoltre affianca le imprese predisponendo tutto il materiale per le domande ed eseguendo le rendicontazioni intermedie e finali.
Gli altri sei progetti per l’anno prossimo riguardano il Programma Garanzia Giovani e le start up di imprese, il Progetto FilTur Matera – Basilicata 2019 (filiera turistico-culturale), il Progetto Greenergy, la Basilicata Manifattura 4.0, il Food in Basilicata e il Piano Zero Rifiuti: ma questi saranno illustrati in un’altra occasione.
bas04 

Cerca una notizia

(gg/mm/aaaa)

(gg/mm/aaaa)

ACR AGR BAS ESR

dalla più recente dalla meno recente

Cerca nell'archivio